mercoledì 12 gennaio 2011

Pollo al curry e verdura: Il Destino nel nome


L'immigrazione... Una necessità, un problema, un'opportunità, una chance di migliorare il futuro proprio e della nazione? Ormai viviamo in un mondo globalizzato e possiamo sentirci piuttosto lontani, fisicamente e mentalmente, dalla terra da cui proveniamo. Eppure le nostre origini prima o poi ci chiamano con forza, perché le radici dell'anima affondano in tradizioni, modi di essere, abiti, musica, cibi, atmosfere, colori che sono parte di noi. E anche se vogliamo rinnegarle, arriverà il momento in cui non potremo ignorarle. E' questo, per me, il significato del film "Il destino nel nome", che racconta la storia di Gogol, figlio di una coppia indiana emigrata negli Stati Uniti. Gogol cresce e si sente in imbarazzo per quel nome assurdo, appioppatogli dal padre come tributo allo scrittore russo de "Il cappotto", e decide di metterlo da parte. Ma l'India, seppure lontana e appena accennata nel film, è sempre presente e la sua forza tornerà a farsi sentire dirompente nello scontro tra due generazioni, che alla fine cambierà le prospettive di Gogol.
L'India, con il più classico -e facile- dei piatti oggi voglio proporvi anche in cucina! Sto parlando ovviamente del pollo al curry, che probabilmente ognuno di voi cucina con la propria versione... Dedico la ricetta a un'amica che non ama cucinare e che da tempo me l'ha richiesta. Vi lascio due varianti, a seconda che siate in dieta post festiva oppure non ne abbiate bisogno!

Pollo al curry 
Ingredienti per due persone
Tre fettine di petto di pollo
mezza cipolla 
100 ml di panna oppure 1/2 bicchiere di latte + 1 cucchiaio di farina
2 cucchiaini di curry
olio extra vergine di oliva, sale

Tagliare il pollo a tocchetti. Sminuzzare la cipolla a dadini e soffriggerla con qualche cucchiaio d'olio in una padella antiaderente. Quando la cipolla comincerà a imbiondire, aggiungete due cucchiaini di curry e la carne. Rosolate per bene e infine addensate il condimento aggiungendo la panna. In alternativa, aggiungete mezzo bicchiere di latte e un cucchiaio di farina... o ancora, se siete proprio a dieta, usate l'acqua al posto del latte. Cuocete per circa 10 minuti, salate e portate in tavola accompagnandolo con riso basmati cotto a vapore. Se vi va potete aggiungere al soffritto di cipolla dell'altra verdura, ad esempio carote e zucchine tagliate a julienne: io l'ho preparato così più di una volta. Altrimenti potete cuocere delle verdure a parte. Qui di seguito trovate la foto di una dadolata di patate, zucchine, cipolle e carote che ho preparato semplicemente tagliuzzando, condendo e infornando la verdura a circa 200 gradi per mezz'ora. Ottima e supersana... buona giornata a tutti!




24 commenti:

  1. Adoro il pollo, in tutte le salse e quello al curry l'ho mangiato solo al ristorante cinese senza avere mai il coraggio di cimentarmi nel cucina di casa mia. Adesso, per citare il film Frankestein Yr, SI PUO' FARE!! (approfitto, a quando la recensione di questo film? lo adoro..)
    Il film è stuzzicante, da vedere senz'altro.
    Parlando di immigrazione e globalizzazione e magari anche e sopratutto integrazione: ieri mio figlio che fa la prima media ha fatto una attività sportiva post scolastica, calcetto. Quando gli ho chiesto chi c'era nella squadra mi ha elencato solo nomi tipo Hammed, Sadek, Yussuf, Alì. Su 16 ragazzini 5 sono italiani, tutti gli altri sono marocchini (del marocco) o indiani (dell'india, lo dico perchè io ho pensato ai pellerossa..) e poi uno slavo, insomma di tutto di più. Ma la cosa più bella è che per mio figlio è normale così perchè lui è cresciuto in questa realtà.
    Scusa la lungaggine!!
    baci
    Mirka

    RispondiElimina
  2. uno dei miei piatti preferiti. Io a fine cottura aggiungo qualche pezzettino di mela!Che bontà!

    RispondiElimina
  3. @strawberry blonde, è vero, anche io a volte lo preparo con la mela, la cuocio aggiungendola al soffritto di cipolle: buonissimo! Anzi, da provare anche il riso basmati condito con il sughino fatto di soffritto di cipolla e mela, curry, uvetta passa e pinoli... anche senza pollo! :-)

    @sddauramoderna, che bello le cose cominciano a evolvere anche in Italia! :-) Il pollo è facilissimo e vedrai, ti piacerà. baci

    RispondiElimina
  4. Il curry: la passione di mia figlia. Riesco a farle mangiare di tutto col curry!
    Bella ricetta da tenere presente, ha tutto!

    RispondiElimina
  5. che buono il pollo al curry, le spezie mi piacciono tanto!
    il film "il destino nel nome" è tratto da un romanzo di cui non riesco a ricordare il titolo, anch'esso molto bello
    (per me che sono ignorante di cinema questo blog è una benedizione)

    RispondiElimina
  6. pollo davvero ottimo, lo provo. anche il film è interessante, cercerò di vederlo.

    RispondiElimina
  7. che bello il tuo blog! anche a me piacciono il cinema e la cucina, sono nel posto giusto! ..e anche l'India!!!
    Ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
  8. che buono. curry lo adoro!
    e il film è stupendo.
    :P

    bacioni

    RispondiElimina
  9. Ciao Passiflora!!! Devo farti assolutamente i complimenti sia per il nome (la passiflora è il mio fiore preferito!) ma soprattutto per il tuo blog: è originale, ben curato e golosissimo!! Certe sere un pò pigre spesso avrei voglia di vedere qualche film ma non sempre ho la giusta ispirazione... il tuo blog per questo è fantastico!! E il pollo al curry, anche. Ora che ti ho "scovata" non mi perderò un post. A presto!

    RispondiElimina
  10. Bello questo film :-) mi piacerebbe vederlo! e gustosissima la tua ricetta!!!! grazie per essere passata da me così ho potuto conoscere il tuo blog, ora mi metto tra i sostenitori e me lo segno tra i preferiti! ciaooo Ely

    RispondiElimina
  11. Il pollo al curry, non stanca!!!!!!!!!!
    A me piace moltissimo la tua versione e prendo nota!!!!!!!!!!!!!!
    Un bacione!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao Passiflora
    Il tuo blog è bellissimo,
    hai scelto un binomio vincente cinema&cibo!
    Da adesso ti seguirò anche io con estremo piacere!
    Se ti va di passare da me, è ok!:)))
    Barbara

    RispondiElimina
  13. Ahhh, quanto mi piace il curry, perfetto e profumatissimo il pollo cucinato così!!!! Brava Passiflora, baci!

    RispondiElimina
  14. buono, buonissimo. uno dei miei piatti preferiti :-)

    RispondiElimina
  15. Interessantissimo il tuo blog!! Ti followo ;)

    RispondiElimina
  16. Il pollo al curry effettivamente è molto diffuso e a ragione! Grazie per le tue versioni!

    RispondiElimina
  17. Questo mi manca e penso che mi piacerebbe!
    :)

    RispondiElimina
  18. Bel film e bella ricetta! Io rubo... :-)

    RispondiElimina
  19. Ciaooooo :)
    Questo film dev'essere molto coinvolgente, appena riesco passo al Block a noleggiarlo!
    Per quanto riguarda il pollo al curry .. a chi non piace?la tua versione con la panna dev'essere proprio golosa!!Io il mio lo faccio con l'ananas, gnam!
    Baci

    RispondiElimina
  20. Non ci crederai ma oggi anche io mi sono preparata del pollo al curry che adoro..
    Interessante la recensione che fai del film!!
    Viene voglia di vederlo!

    RispondiElimina
  21. il tuo blog è davvero interessante...complimenti :) se ti va passa anche dal mio www.pasquydolcetti.blogspot.com

    RispondiElimina
  22. ciao, piacere di conoscerti, ti seguirò con piacere

    RispondiElimina
  23. grazie a tutti... E benvenute alle nuove arrivate :)

    RispondiElimina
  24. For some reason, I can’t see all of this content, stuff keeps hiding? Are you taking advantage of java?

    cheap nolvadex

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Torta di mele perfetta

Avete un dolce del cuore? Per me è in assoluto la torta di mele.  I dolci alle mele in generale sono i miei preferiti: che si tratti...