sabato 1 gennaio 2011

Capodanno: un pranzo alla Babette





Ricordate il film ispirato al racconto di Karen Blixen, il Pranzo di Babette? 1871, un piccolo paese di pescatori danesi,  che vive in modo frugale e ripetitivo, accoglie Babette, una rifugiata politica francese. Due sorelle, in nome di una vecchia amicizia, accettano di ospitarla in cambio di un aiuto domestico. Babette rimane al servizio delle due donne per circa 15 anni, ma un giorno vince alla lotteria 10 mila franchi e decide di offrire alle sue ospiti e agli altri esponenti della comunità un sontuoso pranzo francese, per sdebitarsi. Gli invitati, che hanno sempre mangiato zuppa di pane raffermo e birra e merluzzo sotto sale e vissuto nel solco della morigeratezza e del timore di Dio, sono perplessi ma decidono di fare questo "favore" a Babette e mangiare senza troppi commenti... La cena si rivelerà una carrellata di delizie e sorprese, che solleticheranno i sensi. Il pranzo si trasformerà in esperienza mistica e il cibo assumerà un ruolo molto più profondo, diventando il simbolo della passione, della creatività, della vita.
Beh, no, ieri sera alla nostra cena di Capodanno non ci sono stati brodo di tartaruga, quaglie en sarcofage e Savarin ai frutti canditi. Però il cibo è stato un ottimo pretesto per stare insieme e condividere l'arrivo dell'anno nuovo... E come succede ogni anno, si è preparata tanta roba, troppa chiaramente... ma a differenza degli invitati al Pranzo di Babette, che non hanno lasciato neanche una briciola del luculliano (e raffinatissimo) pasto, noi abbiamo prodotto una certa quantità di avanzi. Tartine di varia natura, una delle due teglie di lasagne completamente intonsa, cotechini portati e non cotti, verdurine, insalate, mezza teglia di tiramisu, resti di panettone, tantissima frutta.
Inutile dire che sto cercando ispirazioni varie per riciclare almeno la frutta e i panettoni, possibilmente insieme. Qualche suggerimento da parte vostra?
Nel frattempo vi lascio i miei migliori auguri di Buon Anno! Speriamo che il 2011 ci porti buone nuove.
Auguri!


11 commenti:

  1. Buon anno amica di blog...di vita ...e vicina di ombrellone!

    RispondiElimina
  2. buon anno cara Elisa!!
    tanti avanzi di panettone dici?
    potresti tagliarli a pezzettoni, sciogliere del cioccolato, immergere i pezzi di panettone e poi rotolarli nel cocco grattugiato.
    Io di solito lo faccio con gli avanzi di uovo di pasqua e di colomba pasquale ma va benissimo anche il panettone.
    la frutta... dipende.
    che frutta di è rimasta?
    ...
    questo film del pranzo di babette devo proprio vederlo...

    RispondiElimina
  3. Buon anno a te e al mio bimbo preferito (e anche al consorte)... a presto!

    RispondiElimina
  4. @sdauramoderna. Allora, l'idea è ottima x il panettone... Aspiravo però a qualcosa che lo "alleggerisse" magari aggiungendoci la frutta. Ho un ananas, del melograno, clementine e frutta secca a go go :) intanto faccio una ricerchina.
    ps: Il pranzo di Babette è un film poetico, ma lento e io personalmente l'ho trovato impegnativo. Sarà che è dell'87 e che siamo lontani dai ritmi hollywoodiani (il regista Axel è danese). Guardalo e poi fammi sapere che ne pensi! ciao

    RispondiElimina
  5. perché non prepari tante coppette a strati? un fondo di panettone, uno strato di yogurt bianco dolce e per finire la frutta tagliata a pezzetti, magari con qualche uvetta, che richiama il panettone, per guarnire. è abbastanza light ;-)

    RispondiElimina
  6. Che bella idea ispirarsi ad un film per preparare la cena di capodanno.....complimenti e buon 2011!!

    RispondiElimina
  7. umm
    capito..
    alleggerire dici...
    oggi ho visto una ricetta che era tipo quel che diceva nena, strato di panettone, crema, macedonia di frutta... non molto leggera però
    con tutta quella frutta secca farei il pane alle noci, con l'ananas la torta all'ananas che mi piace tantissimo.
    il panettone lo frullerei aggiungerei del burro fuso a fare una base tipo cheese cake e poi philadelphia e una bella salsa di melogramo frullato...

    RispondiElimina
  8. Direi che la coppetta multistrato è la strada giusta... certo la leggerezza è mooolto relativa :)
    ps: ho il minipimer patisserie rotto e mentre capisco se si può riparare o ne devo comprare un altro (a questo punto da valutare COSA) sono menomata nelle operazioni culinarie :-(

    RispondiElimina
  9. Scusa, ma non hai letto la mia ricetta della ciambella al panettone??? male male...

    RispondiElimina
  10. Tesoro... nella tua ispirevolissima ciambella ci sono la panna e un sacco di cioccolato! il mio stomaco in questo momento non è in grado di sostenerla :)

    RispondiElimina
  11. che bello "il pranzo di babette"!!
    Per quanto riguarda i miei ospiti, anche loro non hanno lasciato niente di quello che c'era!!!
    Buon anno cara!!!!

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Torta di mele perfetta

Avete un dolce del cuore? Per me è in assoluto la torta di mele.  I dolci alle mele in generale sono i miei preferiti: che si tratti...