martedì 19 aprile 2011

La merenda perfetta: Banana bread & Lady Oscar


Il nome di Osamu Dezaki probabilmente non vi dice nulla. Non diceva nulla neanche a me, fino a ieri, quando è stata comunicata la notizia della sua morte. Ma voglio ricordarlo e ringraziarlo, idealmente, perché era un disegnatore e regista di anime giapponese e non uno qualsiasi, ma un grande.  I suoi lavori hanno accompagnato la mia infanzia e i miei pomeriggi domestici, toccandomi profondamente. Sto parlando di cartoni come Lady Oscar, quello che in assoluto ho più amato nella vita, Dolce Remy, Lupin III, Kimba il leone bianco, Jenny la tennista. Avventure meravigliose e grandi drammi, sullo sfondo di una morale tutta nipponica fatta di abnegazione, amore totale e sacrificio, ma anche di rivalità e cattiverie.

I personaggi principali del cartone
Un frame della sigla storica cantata dai Cavalieri del re (1982)
Lady Oscar era il mio cartone preferito per molti motivi. Primo, era una storia diversa da tutte le altre, ispirata persino a fatti storici della Rivoluzione francese. Trattava argomenti delicati e drammi veri, e io mi sentivo lusingata da questo approccio "serio " che non mi trattava da decerebrata in quanto bambina. Secondo, c'erano i disegni. Stupendi, meravigliosi: riempivo intere risme di fogli F4 copiando gli abiti sontuosi indossati da Maria Antonietta, traboccanti di fiocchi, balze, pizzi, merletti e ricami, e le acconciature - o meglio impalcature- boccolose o gli occhi scintillanti delle damine di Versailles. 
Terzo, non vedevo l'ora che Oscar si ribellasse e gettasse via quella maledetta uniforme per vivere, finalmente, da donna; intuivo che sotto la dura scorza di donna soldato era tormentata: contenta di non doversi incorsettare e incipriare la faccia, felice di saper infilzare omoni giganti con il suo fioretto e di avere un ruolo riconosciuto nella società, ma pur sempre intrappolata in un'identità distorta che le avevano cucito addosso. Forse questo concetto, allora, non lo capivo proprio benissimo, ma quel personaggio mi affascinava e provavo una forte empatia per lei. E non vedevo l'ora che ricambiasse l'amore del mitico Andrè. Esiste forse una ex bambina che allora non fosse perdutamente innamorata di quella figura leale, dolce e gentile, oltre che prestante? Se esiste la devo ancora conoscere (e se si nasconde tra voi, beh, farebbe meglio a non confessarlo in questa sede! ;-).

Il mitico Andrè

Maria Antonietta
Insomma per tutti questi motivi, nonché per il finale drammatico della vicenda, Lady Oscar è il cartone animato più intenso che abbia mai seguito. Me lo gustavo sul divano, accanto al calorifero nel soggiorno, insieme all'agognata merenda (= il momento più dolce della giornata, per me). con qualche biscotto, oppure una merendina industriale (ma una volta ogni tanto, che se no ingrassavo), o un po' di latte con il Nesquik, uno yogurt, o ancora, una volta ogni tanto, la torta della mamma. Pastine di mele o torta all'arancia oppure una una margherita. Sempre leggere, vedi motivo di cui sopra. :)
E così, vi lascio anche io con un dolce leggero, perfetto per la merenda (o la colazione). Sto parlando del banana bread, dolce di origine americana che è anche un ottimo modo per liberarsi delle banane nella fase "leopardo", quando diventano maculate e dolci da far venire il diabete solo ad annusarle!
Con queste dosi io ho preparato 9 muffin nello stampo di silicone della linea Lillotte di Pedrini e una piccola torta a stella sempre Pedrini, altrimenti potete riempirci un regolare stampo da plum cake. Ebbene sì, ci ho riprovato con il silicone dopo il fallimento dell'altra volta. Stavolta è riuscito tutto, ho anche sformato i dolci senza fatica. Ma il silicone, devo dirla tutta, is not my favourite. Voglio provarlo come stampo per i dolci freddi, però!



Banana bread muffin & cake
250 gr di farina
150 gr di zucchero 
2 uova
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di cannella
mezzo bicchiere olio di arachidi
un bicchiere di latte
4 banane mature
gocce di cioccolato qb
cioccolato fondente qb (io Venchi)

Schiacciare le banane con una forchetta e metterle in una grossa terrina. Unire le uova sbattute, l'olio e il latte. Aggiungere la farina setacciata con il lievito e il bicarbonato e lo zucchero. Mescolare bene, aggiungere la cannella. A questo punto potete aggiungere le gocce di cioccolato, se vi vanno (le consiglio). Io ho riempito lo stampo dei muffin lasciandoli lisci, per poi infilare nel centro mezzo quadretto di cioccolato fondente. Ho aggiunto invece le gocce all'impasto rimanente. Versare gli impasti negli stampi. Cuocere a 180 gradi per circa mezz'ora i muffin e successivamente altri 30 minuti la tortina.  Buona merenda, con il vostro cartone preferito.. a proposito.. Qual è?? 

41 commenti:

  1. Mmm Passiflora, chissà che buono il muffin alla banana con dentro il quadrotto di cioccolata fondente fusa... mmm...ingrasso già a pensarci :-) Anche a me Lady Oscar piaceva molto, proprio perchè avvertivo che era diverso dagli altri "soliti" cartoni. Però non saprei dire quale è stato il mio cartone preferito in assoluto, me ne piacevano tanti... posso dirti però il personaggio per cui ho preso una cotta memorabile: Mark Landers di Holly&Benji (pregasi non commentare!) :-)

    RispondiElimina
  2. Anche a me piaceva da morire Lady Oscar...se ci penso bene mi ricordo la sigla a memoria!!E anche io ho letto la notizia della morte del regista e ho fatto un pensiero al passato...

    Ottimo, se ai tempi avessi avuto una fetta di questa delizia!!!

    RispondiElimina
  3. Che bello questo cartoneeeeeeeeee!!!! e quoto tutto quello che hai detto!

    RispondiElimina
  4. Mi aggiungo alla lista delle ammiratrici di tale cartone...certo se durante la visione mi fossi pappata un muffin bananoso sarebbe stato ancora meglio ;-)

    RispondiElimina
  5. conosco bene Osamu Dezaki, tra le mie varie passioni ci sono anche gli anime giapponesi, sono molto dispiaciuta della sua scomparsa, ieri anche il sito del corriere della sera ha riportato la notizia.
    Lady Oscar è sicuramente un capolavoro, i miei episodi preferiti sono quelli dove Oscar è al comando dei soldati della guardia, bellissimi!
    i bambini di oggi non hanno la fortuna di poter vedere cartoni animati di questo livello.
    scusa se mi sono dilungata, complimenti per la gustosissima merenda :)

    RispondiElimina
  6. dolcissimo il tuo post....come dimenticare lady Oscar? :)
    ottima la merenda!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  7. Quando ho visto la foto di Lady Oscar mi è venuto un colpo... non sapevo della morte del suo disegnatore... è stato uno dei miei cartoni preferiti, con tifo sfegatato per Andrè naturalmente e lacrime fiume alla fine... hai fatto proprio bene a parlarne, come sempre alla tua maniera che mi piace tanto ^__^
    le banane nella fase leopardo mi hanno fatto morir dal ridere...

    RispondiElimina
  8. Lady Oscar...adoravo quel cartone anche se forse ne capivo meno della metà... ottima ricetta... le banane leopardo da me sono un must!!!
    post stupendo...scrivi proprio bene!

    RispondiElimina
  9. Quanti ricordi con Lady Oscar lo guardavo sempre questo cartoon. Concordo con biancamargherita scrivi bene.

    RispondiElimina
  10. Quante memorie con Lady Oscar... Non era il mio preferito in assoluto ma l'ho visto dall'inizio alla fine. E poi la storia era meravigliosamente verosimile, non aveva niente di quelle sdolcinature dei cartoni... anche se la tradizione orientale al riguardo so che è molto diversa dalla nostra, e quindi forse è meglio dire "sdolcinature Disneyane". E che buono il bread :)
    complimenti, sei davvero brava

    un abbraccio

    Giulia

    ps: se passi da me c'è un premiuzzo per te

    RispondiElimina
  11. Ciao cara, ti ho letta con piacere e nostalgia perché mi hai riportato all'infanzia di mia figlia (ora trentenne)la quale, come te si é nutrita di nesquik, abbracci del Mu......anco, ma soprattutto di cartoni.Tanto appassionata che un pomeriggio ha abbracciato il televisore cadendole addosso(grosso spavento ma tutto ok)Io di quei cartoni conosco tutte le sigle che mi piacevano un sacco e col senno di poi mi pento di non aver seguito tutte le storie di quei cartoni. Bando alla nostalgia, belli i tuoi muffin! spero di provarli Bacioni Azzurra

    RispondiElimina
  12. Cartoni animati, carota e bastone dell'infanzia!

    RispondiElimina
  13. Eheh... il mitico André.....

    Io sono molto affezionata a Heidi (forse perché un po' mi rappresenta, visto che sono una bimba di montagna che ho passato diversi anni a Francoforte), ma ho perso diverso tempo anche a guardare Candy Candy e Remi (nonostante fosse davvero straziante...).

    Mi piacciono un sacco i dolci alle banane, sono contenta che ti siano riusciti questa volta col silicone:)))

    RispondiElimina
  14. E chi non ha adorato lady oscar,... anche se già grande mi piaceva seguirlo con i miei fratelli più piccoli, sgranocchiando una buona merenda casalinga, come questa tua di oggi!
    Però il mio cartone preferito rimane sempre candy candy!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  15. Io ero innamorata di Lady Oscar, ma proprio innamorata! TUtti mi spiegavano che era una donna e io "lo so, ma sono innamorata lo stesso! Non ci si può innamorare delle femmine??". Che bambina avanti che ero...;)
    ottima merenda!

    RispondiElimina
  16. noooo...tristezza, mi spiece un sacco proprio per il mio legame afettivo con certi suoi cartoni, lady Oscar in primis...

    RispondiElimina
  17. @ Silvia, ahahah, allora avevi un debole per i tamarri! In effetti era il "figo" della situazione il caro mark!

    @araba, a chi lo dici, io so la sigla originale e anche la versione "nuova" cantata prima da un uomo (che poi era quello che dava la voce a Mirko di Kiss me Licia nelle canzoni dei Bee Hive!) e poi dalla solita Cristina d'Avena :)

    @ caia, hai ragione.. sarà che noi siamo cresciute con quelli e non possiamo capire i gusti di oggi. ma una cosa mi chiedo: i giapponesi sono da sempre produttori di anime, ce ne saranno anche oggi di prodotti di alto livello. Secondo me il vero problema è che non comprano né propongono più quelli giusti, puntando invece su quelli di mostri etc.. non so, è solo un'ipotesi.. chiedo la tua opinione!

    @ azzurra, anche mia madre è stata costretta a sorbirsi una buona dose di cartoni.. :-) infatti penso a volte che la sua volontà di razionarmeli fosse dovuta anche al voler prendere possesso lei della tv, una volta ogni tanto!! se ci penso ora: poveretta!! :-)

    @ letizia e Marina : candy candy, altro cartone indimenticabile!! w terence!

    @ giovanna sei un mito... e cmq hai ragione Oscar era bellissima!! considerato che era molto androgina, il tuo innamoramento ci sta tutto.. e cmq anche nel cartone mostravano le damine che facevano le sceme quando arrivava lei, flirtavano come galline! io infatti mi chiedevo: ma lo sapevano o no che era femmina? :)

    baci a tutti!

    RispondiElimina
  18. Lady Oscar, mi ricordo ancora la canzoncina! Bè non sono passati molti anni da quando la guardavo :) Peccato non averlo guardato smangiucchiando queste delizie!
    Bacioni

    RispondiElimina
  19. Non potevi descrivere meglio questo cartone, credo che il mio amore per la Francia sia cominciato da lì! Decisamente i "nostri" cartoni animati erano migliori di quelli più attuali, io adoravo Occhi di gatto, ho sempre avuto un debole per i gialli e i casi polizieschi! :) la merendina poi è ottima!

    RispondiElimina
  20. E chi non si ricorda di Lady Oscar??? Mi ricorda la mia adolescenza, quanto tempo è passato. . . Mi consolo con uno splendido e goloso muffins, adoro le banane! Ciao Passiflora!

    RispondiElimina
  21. i cartoni che vedevo volentieri insieme ai miei figli, belli e ben fatti , secondi solo a Disney, nella mia classifica personale. buoni i dolcetti alla banana!
    una buona Pasqua a te e ai tuoi cari , un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  22. Buonissimi dei cake davvero speciali.
    Un abbraccio e buona serata.
    Fausta

    RispondiElimina
  23. ero innamorata di lady oscar e quante lacrime ci ho versato quanto facevano le puntate in cui lei si innamorava di andrea mi piaceva da morire .....
    i dolcetti alle banane non li ho mai fatti e mai gustati ma credo che mi piacerebbe di sicuro ...
    per la pastiera di riso ti rispondo qui si e vero che si fanno il giovedì o il venerdì per gustarsele per poi a pasqua e anche quella di riso si può fare in anticipo.. ma ti confesso di una cosa ce ne ancora un altra di pastiera che ancora non ho fatto e postata ma presto vedrai l altra novità..
    baci da lia

    RispondiElimina
  24. Dai Lady Oscar!!! Lo vedevo spesso sai! I muffins devono essere buonissimi! Un abbraccio e buonissima serata

    RispondiElimina
  25. Noooooo!!!Che brutta notizia mi hai dato! In effetti non lo conoscevo per nome, ma per tutti i cartoni animati fantastici che sono usciti dalla sua mente!
    Ci ha lasciato tanti gran bei ricordi, proverò a fare la torta, e ci farò merenda pensando a lui!bacio!

    RispondiElimina
  26. Ma sai che mi sono quasi commossa con questi tuoi ricordi che sono gli stessi di molte di noi?!?! io,quando e se lo rifanno, lo vedo sempre con piacere questo cartone..
    Il banana bread è ottimo, io l'ho scoperto da poco e mi ha conquistata!

    RispondiElimina
  27. Che tuffo nel passato mi hai fatto fare con questo cartone. Credo di non aver perso una puntata e di averlo visto in non so quante repliche. E' passato un secolo ma potrei ancora canticchiare tutta la sigla!
    Buonissimo il banana bread, mi ha conquistata subito la prima volta che l'ho fatto, nonostante fossi un po' scettica. Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  28. Lady Oscar mi piaceva da morire e lo rivedrei volentieri...bellissimo ricordo!!! I cake sono eccezionali e ne mangerei uno all' istante....bacione!!

    RispondiElimina
  29. Sono della generazione che ha visto Candy e Lady Oscar in prima visione, assolutamente indimenticabili! Erano storie ben scritte, ben disegnate: dopo aver visto il cartone 8avevo quattordici anni) mi sono appassionata alla storia francese, ho letto libri e biografie...niente a che vedere con i cartoni di adesso, le Winx e tutto il resto!

    RispondiElimina
  30. Anche a me piaceva da morire Lady Oscar, Remy invece se lo poteva risparmiare mi faceva sempre venire il magone!! Ottimo questo cake alla banana deve avere un sapore ed un profumo meravigliosi

    RispondiElimina
  31. Esattamente come Geillis: mi ricordo ancora Lady Oscar in TV alla sera in prime time :-) che tempi...Grazie per questo bellissimo amarcord e grazie per i cake alla banana: da copiare!
    un saluto e buona Pasqua
    simo

    RispondiElimina
  32. Ho adorato follemente Lady Oscar (e lo amo tutt'ora...)! :)
    Il banana bread è il mio ricicla-banane preferito...
    A presto e buona Pasqua!

    RispondiElimina
  33. E' tra i miei cartoni animati preferiti e ti confesso che appena mi capita di beccare qualche replica la guardo volentieri ancora oggi cercando di coinvolgere anche mia figlia...all'alba dei miei 36 anni non è male!
    Una vita sognando Andrè e mi è capitato Enrico, va bè, faccio merenda con te che è meglio ^_*

    RispondiElimina
  34. si si si, anch'io non mi perdevo una puntata, redo di aver amato di più solo Candy Candy e Heidi....Ma anche Lady Oscar l'adoravo!
    Buono il banana Bread, sarei disposta a riguardarmi tutta la serie se sapessi di averlo per merenda! Sarebbe una pausa meravigliosa!
    Un bacione carissima e buona Pasqua

    RispondiElimina
  35. bellissimo post mi hai fatto ricordare i miei pomeriggi a guardare cartoni!un bacio e buona pasqua

    RispondiElimina
  36. Io-io-io! Io non ero innamorata di quello smidollato di André, io ero innamorata del Conte Fersen, del quale intruivo già le segrete perversioni da Don Giovanni(poi svelateci da Sophia Coppola). Eh, non ero una bambina normale, forse perché a me la merenda non la davano (mia mamma era fissata con le diete)...

    RispondiElimina
  37. @ Onde99, Eccola, lo sapevo che c'era qualche matta! Serena, ti avevo avvertito! facevi meglio non dirmi che non ti piaceva Andrè! ;-) Cmq, ribatto alla tua tesi.
    Andrè non è affatto uno smidollato, anzi: diverse volte, nel corso dei 20 anni che trascorre al fianco di Oscar, rischia la propria vita per salvarla ed è pronto a morire per lei senza esitazioni, anche quando la cretina è persa nei suoi illusori sentimenti per Fersen.
    Se non è coraggio questo.
    Potrai ribattere che a volte aveva un atteggiamento troppo servizievole. Putroppo il ruolo di "guardiano silenzioso" gli era imposto dalla differenza di ceto sociale tra lui e la nostra nobile Oscar. In fondo, lui rimaneva sempre il suo attendente e lei una nobile, ma pur di starle vicino André era disposto anche a farsi comandare. Ad arruolarsi nei soldati della guardia, a perdere un occhio, a farle da scudo umano.
    E lei si arrende all'idea di amarlo non a caso solo quando è anche pronta e decisa ad abbandonare il suo ruolo sociale e combattere insieme al popolo. Scusate mi sono infervorata, ma come avrete capito sono malata di questo cartone e con la scusa del post mi sono pure rivista dei pezzi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. straquoto su tutto cio che hai detto

      Elimina
  38. Era il nostro cartone preferito....quanti ricordi! Ottimo il banana bread, complimenti!
    Felice pasqua a te e alla tua famiglia!

    RispondiElimina
  39. adoro i tuoi accostamenti food-movie..

    :**

    valuzza

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Blueberry Scones per Buffy, l'Ammazzavampiri

Blueberry Scones Il meteo lo diceva, che sarebbero tornati i 35 gradi, e nei prossimi giorni si arriverà di nuovo a picchi di 40. Allora...