domenica 12 luglio 2020

Viaggio a new york con 6 film su netflix

Manhattan from Brooklyn - Elisa Pavan
Manhattan vista da Brooklyn

Due settimane fa vi ho parlato di Tokyo, una città magica assolutamente da visitare. E per farlo almeno virtualmente vi ho suggerito alcuni film e serie tv presenti su Netflix e Prime video.
Visto che il post sembra esservi piaciuto, bisso stavolta con New York: una delle città più incredibili del mondo, impossibile non amarla. Ci sono stata quattro volte tra il 2013 e il 2018, anche grazie alla mia amica Stefania che vive lì, e che mi ha sempre ospitato a casa sua. La trovo sempre stimolante e ricca di cose da scoprire, ma l'emozione che si prova la prima volta nel vedere lo skyline di Manhattan dalla promenade di Brooklyn Heights è indescrivibile. Bella in tutte le stagioni, anche se per una visita la primavera rimane per me il momento migliore (Central park in fiore, che meraviglia! E poi c'è luce, ma non ancora tanto caldo... Perfetto!).
Putroppo in questo momento gli Stati Uniti sono off limits, perciò se vogliamo gustare un po' di New York style non ci resta che prendere il telecomando e sfogliare la library dei servizi on demand!
Oggi vi propongo 6 film ambientati nella City that never sleeps che trovate su Netflix. Non escludo di fare un secondo capitolo sul catalogo Prime video, dato che la produzione cinematografica che sfrutta la Grande Mela come setting è davvero copiosa! Ma bando alle ciance e partiamo coi film!



Before we go movie

Titolo originale Begin Again. Forse conoscete il regista John Carney per Once o Sing Street. In questo altro suo film per la prima volta attraversiamo l'Oceano e siamo nella Grande Mela. Keira Knightley è una musicista inglese che si è trasferita a NY per amore, ma viene mollata dal fidanzato (Adam Levine) per un'altra non appena la carriera di quest'ultimo inizia a decollare. Mark Ruffalo è un produttore musicale di mezza età in crisi, disoccupato, con una figlia adolescente e un matrimonio finito (o quasi) alle spalle. Le loro strade si incrociano e per entrambi è l'occasione per un nuovo inizio, non romantico ma nel segno della musica. Sullo sfondo le strade di MidtownSoho, la vista notturna da Brooklyn sullo skyline di Manhattan (sì, quella che dal vivo vi mozza il fiato!), la fermata della metropolitana di Wall Street, Central Park, le case di Chelsea. E una bella colonna sonora, tra cui la canzone più famosa Lost Stars, nella versione cantata da Adam Levine o da Keira Knightley. 


Birdman

Film di Alejandro Gonzales Inarritu premiato agli Oscar nel 2015 (Miglior film, Miglior regia, Miglior Sceneggiatura originale), Birdman si svolge tutto all'interno di un teatro di Broadway, per la precisione il St. James Theatre al 246 W. 44th Street di Broadway e nelle strade adiacenti, in zona Times Square. Riggan Thomson (Michael Keaton) è un attore in declino: un tempo è stato celebre per aver interpretato un supereroe (Birdman, appunto) e oggi cerca di ricominciare e di scrollarsi di dosso l'immagine della vecchia gloria da blockbuster: vuole mettere in scena un adattamento del racconto di Raymond Carver Cosa parliamo quando parliamo d'amore. Ma le cose non vanno come sperato: lo spettacolo succhia soldi, l'organizzazione è un disastro, uno degli attori si fa male e dev'essere sostituito. A questi subentra Mike (Edward Norton), marito di una delle attrici  (Naomi Watts), che comportandosi da primadonna crea ulteriore scompiglio. Il tutto mentre il rapporto con la figlia (Emma Stone) e la situazione economica precipitano. La voce di Birdman comincierà a farsi incessantemente sentire e Riggan comincerà a dargli ascolto, con conseguenze drammatiche.
Per maggiori info, qui il post che avevo dedicato a Birdman.


Before we go movie

New York d'inverno, con le lucine di Natale? Ce l'abbiamo. In questo debutto alla regia Chris Evans confeziona una storia tutto in una notte, in cui due anime sole e disperate per motivi diversi  (Evans stesso e Alice Eve) si incontrano e si comprendono. Rifacendosi senza troppa vergogna a Before Sunrise di Richard Linkalter (c'è persino una scena con il telefono, evidente tributo a quella del film del 1995 con Ethan Hawke e July Delpy), Evans confeziona un film delicato e romantico, con una colonna sonora bellissima (come questa canzone che adoro). La scena si apre a Grand Central, la stazione centrale di New York e si sposta downtown con i protagonisti, dandoci un assaggio delle strade di Midtown, della metropolitana, di Chinatown. Nel loro vagabondaggio entrano in un banco dei pegni, un bar, un locale e interpellano anche un medium. Adorabile. 


Set it up movie

Titolo originale Set it Up. Due giovani workhaolic vessati dai rispettivi capi si mettono d'accordo per farli incontrare e innamorare in modo da "liberare" un po' di tempo per loro: l'impresa sarà, ovviamente, galeotta. Gli ingredienti della classica commedia d'amore ci sono tutti: umorismo, equivoci e inevitabili litigi prima del lieto fine, scritti con buon ritmo per una visione piacevole e divertente. Anche qui siamo a NY e sullo sfondo della vicenda potete ammirare i grattacieli del centro città, lo Yankee Stadium, the High line, il rooftop con piscina esclusivo dell'hotel Gansevoort nel Meatpack district, una festa di fidanzamento su un rooftop circondato dalle caratteristiche cisterne dell'acqua (probabilmente Middle Town, forse Soho) e infine l'ingresso di Central Park lato 5th Avenue, dove c'è la fontana Pulitzer.


morning glory film

Becky Fuller (Rachel McAdams) è una giovane producer che sogna di lavorare al Today Show. Dopo essere stata licenziata per questione di budget da una emittente locale, approda alla IBS per risollevare le sorti di Daybreak, programma di notizie della fascia mattutina. Giocherà la carta del giornalista pluripremiato Mike Pommeroy (Harrison Ford), che però non prende bene il suo coinvolgimento in un programma così popolare e generalista. Riuscirà Becky a conquistare la fiducia di Pommeroy e battere i record di ascolto? Il film non è indimenticabile, ma mostra tanti scorci di Midtown, in particolare della zona attorno a Bryant Park, Times Square e la Fifth Avenue. Posti subito riconoscibili per chi è stato a New York, da segnare in agenda per tutti gli altri! 

diamanti grezzi

Howard Ratner (Adam Sandler) è un gioielliere con il vizio del gioco d'azzardo : quando nel suo negozio entra il giocatore dei Celtics Kevin Garnett, si infila in un gioco più grande di lui, prestandogli un opale gigantesco ottenuto di contrabbando e ricevendo in pegno l'anello da campione NBA, che Howard impegna subito per scommettere sulla vittoria dei Celtics. Questo rischioso giro di scommesse dà i suoi frutti e porta a Howard a rischiare ancora di più, dando il là a una reazione a catena tra rischiose minacce, aste truccate e ritorsioni. Il film è un viaggio a ritmo incessante nel sottobosco del Diamond district di New York, che si trova all'altezza della 47esima strada, tra Fifth e Sixth Avenue: un crogiolo di gioiellerie vecchio stile proprio nel mezzo di Midtown che spesso diventano teatro di affari illeciti come scommesse e contrabbando e dove affari milionari si fanno ancora con una stretta di mano. Per saperne di più, leggete questo articolo.


Non vi bastano questi film? Ovviamente ce ne sono tantissimi altri ambientati a New York disponibili sul catalogo Netflix. Ve ne riporto alcuni!

Quei bravi ragazzi
Misterioso Omicidio a Manhattan
Two Weeks Notice
Sex and the City
Tramps
Ps I love you
Mean Streets
Remember Me
Pelham 123

Se invece volete più dettagli su New York e quello che potete visitare, ecco tre post che fanno per voi!
e su Instagram trovate le storie New York salvate in evidenza sul mio profilo cookingmovies per il viaggio del 2018. 

....che il viaggio a New York abbia inizio!

2 commenti:

  1. Mi mancano quelli recenti dei 6, ma se nessun dubbio su Diamanti grezzi, alcuni sul film con Zoey Deutch, alquanto banale. Comunque NY un'altra gran bella città che mi sarebbe piaciuto visitare ;)

    RispondiElimina
  2. Il film con Zoey Dutch va bene per una serata cervello spento.. si un po' banale ma divertente. NY va visitata almeno una volta nella vita! Appena possibile... 😉

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Notte horror 2020: L' Armata delle tenebre

Non amo molto i  film horror: o mi fanno davvero troppa paura o li trovo stupidi e mi annoio. In rari casi mi piacciono davvero. Così q...