lunedì 7 marzo 2011

Ragione e sentimento; e le due facce del cavolo (sana.. e golosa)


Elinor e Marianne Dashwood sono sorelle: riflessiva, modesta e razionale la prima; romantica, impulsiva e sognatrice la seconda. I loro caratteri, opposti come la ragione e il sentimento, sense and sensibility, rappresentano le due facce delle donne e dell'amore nel romanzo di Jane Austen e nel film che ne ha tratto Ang Lee nel 1995. 
Elinor e Marianne sono diverse, eppure molto legate: entrambe scopriranno l'amore e si scontreranno con un'iniziale delusione, ma non perderanno la speranza. Alla fine, in una interessante contrapposizione tra i fatti e le disposizioni di carattere delle due donne, Marianne finisce per preferire la ragione e il rispetto alla passione che inizialmente sognava, mentre Elinor riesce ad ottenere l'amore dell'uomo che non sperava di avere. 
Non entro nei dettagli della trama, che ogni amante della Austen conosce e che potete trovare qui: il film è fedele al romanzo e Emma Thompson (Elinor) e Kate Winslet (Marianne) sono due perfette signorine inglesi dell'ottocento.




E poi, Elinor e Marianne sono tutte noi: ragione e sentimento si dibattono in noi, un momento vince l'una, un attimo dopo siamo sopraffatte dall'altro. Nel romanzo di Austen i  i diversi modi di sentire e di vedere le cose non impediscono alle due sorelle di amarsi, di capirsi, di confortarsi e darsi sostegno: anzi, le due sono un esempio di amore e solidarietà femminile! Un film che vi consiglio se domani, otto marzo, farete una cena tra amiche. 
Magari potreste preparare la ricetta che vi propongo stasera, che è al tempo stesso golosa (e buuuona) e sana (perché contiene il benefico e antitumorale cavolfiore... poco importa se poi c'è una costellazione di altri ingredienti ad appesantirlo.. vero?) e quindi combina il sentimento con la ragione :)



Tortino di cavolfiore 
Per la brisè
200 gr di farina Antigrumi di Molino Chiavazza (non c'è bisogno di setacciare, è ottima)
100 gr di burro freddo
70 ml di acqua freddissima
1 pizzico di sale
Per il ripieno
1 cavolfiore medio
1 mozzarella (125 gr)
2 fette di prosciutto cotto
2 fette di mortadella
3 cucchiai di panna da cucina
olio e.v.o.



Dividete il cavolfiore a cimette e lessatelo in acqua bollente salata per dieci minuti. Intanto lavorate il burro freddo con la farina fino a creare un impasto bricioloso, infine aggiungete l'acqua e un pizzico di sale, lavorate fino a formare una palla. Mettetela nella pellicola e poi a riposare in frigo per mezz'ora. Nel frattempo avrete scolato il cavolfiore. In una pentola antiaderente scaldate qualche cucchiaio d'olio e saltate il prosciutto e la mortadella tritati per un paio di minuti. Aggiungete il cavolfiore e poi i cucchiai di panna e la mozzarella tagliata a dadini. Quando il formaggio sarà filante spegnete e versate il tutto in una tortiera di ceramica e livellate. Aspettate che la brisè sia pronta e poi stendetela con un mattarello. Adagiatela sopra la tortiera e rifinite il bordo eliminando la pasta in eccesso. Con questa io ho creato delle stelline per decorazione, voi potete sbizzarrirvi come più vi piace... o lasciarla liscia. Spennellate con un po' di latte e infornate a 200 gradi per circa 45 minuti. Lasciate riposare 10 minuti prima di servire... Buon appetito!


Curiosità: 
E' stata Emma Thompson, che interpreta Elinor, ad adattare il romanzo per il cinema, scrivendo la sceneggiatura che le ha fruttato un Oscar.
La Thompson, che nel 95 divorziò da Kenneth Branagh (reo di essersi fatto l'amante, che poi sarebbe Helena Bonham Carter, sul set di Frankestein), ha conosciuto sul set di questo film Greg Wise, nel film il fascinoso Willoughby, che ha sposato nel 2003. Galeotti furono Ragione e Sentimento.

40 commenti:

  1. un film davvero stupendo, altrettanto bello (e buono) il tuo tortino di cavolfiori)
    un bacione grosso grosso

    RispondiElimina
  2. Hugh Grant è dolcissimo in quel film e la Thompson molto brava. Ricordo di averlo visto subito dopo aver terminato la lettura del romanzo e, in entrambi i casi, avevo voglia di dare uno schiaffo a Marianne :D
    Da provare il tortino, deve essere un ottimo modo per far mangiare il cavolo anche a chi di solito lo evita.

    RispondiElimina
  3. MI piacciono tutti io film tratti dai libri di Jane Austin!
    E la tua quiche è meravigliosa... e poi c'è il cavolfiore che riequilibria il resto! ;)))

    RispondiElimina
  4. il tuo blog è geniale!!
    passa da noi se ti va!
    www.modemuffins.blogspot.com
    baci baci
    MMM

    RispondiElimina
  5. Ho letto il liro ma non ho visto il film, devo rimediare...buona la torta salata di cavolfiore e dei suoi compagni grassocci!

    RispondiElimina
  6. Ho letto il libro in lingua madre, ma il film non l'ho visto ancora.
    La tua torta è meravigliosa! complimentoni!!! :-D e auguri ^.^

    RispondiElimina
  7. Me lo ricordo il film, mi era piaciuto, e poi la Winslet secondo me è fantastica. Il tortino è sfiziosissimo!!!

    RispondiElimina
  8. adoro questo film!e la tua ricettina mi incuriosisce...sono sempre molto attenta quando si parla di torte salate!

    RispondiElimina
  9. i tuoi post sono sempre un capolavoro.. come le ricettine fantastiche.. un abcio

    RispondiElimina
  10. che idea il tuo blog!!!!!
    mi piace da matti...mi unisco tra i tuoi fans con immenso piacere....
    ...e che scena hai postato...la thompson è a dir poco toccante!
    grazie e a presto!

    RispondiElimina
  11. Bellissimo film e altrettanto stragoloso il tuo tortino di cavolfiore.
    Un abbraccio e buon 8 Marzo.
    Ciao,Fausta

    RispondiElimina
  12. fantastico il tuo blog: film e cucina sono un connubio perfetto, per cui non c'ho pensato due volte e sono già tua follower!!!!! e ti dico già che la pie al cavolfiore che proponi mi ispira un sacco, non vedo l'ora di provarla! a presto :)

    RispondiElimina
  13. Film stupendo!!!!!!
    E questo tortino? Copio subito la ricetta!!!!!!
    Un bacione!!!!!!

    RispondiElimina
  14. Un'interessante recensione e un tortino invitantissimo!

    RispondiElimina
  15. Pensa sto proprio leggendo adesso il libro.
    Il film mi è piaciuto tantissimo.
    Per il tortino ok, io amo i cavolfiori. Devo trovare questa farina. Ciao cara

    RispondiElimina
  16. Che film meraviglioso...
    Questi si che sono film/libri che non dovrebbero mai essere dimenticati...

    RispondiElimina
  17. Questa faccia del cavolo saporita e filante mi piace un botto ^__^ Un bacione

    RispondiElimina
  18. è mille anni che voglio leggere ragione e sentimento, adesso non ho più scuse! ed è verissimo che le due sorelle rispecchiano un po' ognuna di noi. Molto bello questo post, un bacio.

    RispondiElimina
  19. Ciao! ricambio la visita e non posso che farti i complimenti per questo spazio, cucina e cinema sono proprio una bella accoppiata!...vado a curiosare, alla prossima!

    RispondiElimina
  20. una ricetta molto gustosa ed altrettanto carini sia l'abbinamento col film che le tue considerazioni circa il "matrimonio", nella ricetta, tra ragione e sentimento.
    Il film non l'ho visto, il libro, invece, come molti altri della Austen, l'ho letto; l'autrice mi piace moltissimo per i temi che anticipa (ricordiamoci che scriveva a cavallo tra '700 e '800; io la trovo assolutamente "moderna").
    Circa la torta di mele che ho postato... Ti assicuro che cuoce benissimo e non si sgonfia (ci credi che io apro sempre il forno tranquillamente, in cottura, e le cose non si afflosciano? Basta farlo a tempo debito cioè non nei primi 15/20 minuti, per dar modo alla struttura della torta di consolidarsi un po'). Però, se la torta ti intriga (e se ti piace il gusto di limone ti assicuro che è una vera delizia), ti invito ad andare a leggere il post originale e poi provare a rifarla... è di veloce esecuzione, vale la pena di provarla almeno una volta per giudicare di persona!

    RispondiElimina
  21. mmh..la torta sembra deliziosa!
    adoro ragione e sentimento, il libro della Austen mi ha letteralmente catturato.
    ultimamente ho visto il film sulla vita di jane austen..ora nn ricordo il nome, ma era interpretato dalla bellissima Anne Hataway..o come si scrive.
    COMPLIMENTI pe ril tuo blog..sempre originale e creativo!

    RispondiElimina
  22. Che meraviglia questa tortino di cavolfiore! Hai ragione, la Thompson e la Winslet incarnano perfettamente le signorine inglesi dell'Ottocento!

    RispondiElimina
  23. @ monica, il film si chiama Becoming Jane e ne ho parlato anche io qui http://cookingmovies.blogspot.com/2010/12/becoming-jane-austen-compie-235-anni.html
    è molto carino, e poi c'è James McAvoy, non bello ma tanto affascinante :-)

    @ fausta, grazie, proverò sicuramente la ricetta alla prima occasione: adoro le torte di mele e il profumo di limoni mi fa impazzire

    RispondiElimina
  24. Guarda, io il cavolfiore lo mangio in tutti i modi, ma un tortino bello e buono come questo non l'ho mai preparato. L'idea mi piace molto, magari guardando un bel dvd sarebbe anche meglio....
    Cena da divano :D
    Quanto mi piacciono!
    Un bacione

    RispondiElimina
  25. h&things, auguri anche a te

    @viola.. se dovessi prepararlo fammi sapere! ;)

    RispondiElimina
  26. Oooohhh bellissimo questo film!! Ricordo che la prima volta lo vidi alle scuole superiori in inglese! E ogni volta che lo ripropongono in tv lo riguardo!
    E il tortino di cavolfiori..beh buonissimo!!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  27. Meraviglioso questo tortino. Bello e anche molto salutare.
    Buona giornata e alla prossima

    RispondiElimina
  28. Bello il film, ma adoro decisamente di più il tuo magico tortino di cavolfiore :)

    RispondiElimina
  29. Bellissimo il film, favoloso il tuo tortino di cavolfiore. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  30. ma lo sai che Kate Winslet mi piace un sacco come attrice? E' stata una bella scoperta!

    baci!

    RispondiElimina
  31. E' sempre un piacere passare da te ^_^ grazie!

    RispondiElimina
  32. Mamma mia che bella ricetta! La farina antigrumi poi non la conoscevo! Devo scovarla!!! Un bacio

    RispondiElimina
  33. Complimenti come al solito sei squisita nella presentazione del film come in quella di questo ottimo tortino!!!
    Ciao

    RispondiElimina
  34. Bellino il tuo blog :-) divertente l'abbinamento cucina e film
    In più la pellicola che presenti in questo post mi piace molto, anche perché ho un debole per i romanzi di Jane Austen :-)
    Complimenti!

    RispondiElimina
  35. Ah...che bello quel film...romantico, passionale e sdolcinato come piace a me! E questo tortino! Mamma mia quant'è goloso! Mi segno subito la ricetta! ;-)

    RispondiElimina
  36. Che belli sempre i tuoi post...e ottima questa torta salata!

    RispondiElimina
  37. Il tuo Blog mi piace un sacco...a domani la prova di questo tortino in casa mia!!!baci xx

    RispondiElimina
  38. ciao colgo l'occasione per invitarti a partecipare al mio primo contest di ricette di primi piatti (http://primopiattoquasifatto.blogspot.com/2011/03/sapori-e-colori-del-mediterraneoil-mio.html)

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Joker: crostatine Smiley

Siete già stati al cinema a vedere Joker ? Probabilmente sì: è il film del momento e tutti ne parlano. Ha scalzato velocemente C'era...