domenica 13 marzo 2011

Vacanze romane... tra abbacchio, amatriciana e..carbonara!



Roma è bellissima: sfido chiunque a dissentire! Sono appena tornata dalla capitale, dove abbiamo passato il weekend per il matrimonio di un amico. Occasione per una visita ai Musei Vaticani, che non avevo mai visto, ammirando a testa in su -finché il collo ha retto- i capolavori dipinti da Michelangelo nella Cappella Sistina. E occasione per fare una cena romanesca al 100%, alla Trattoria Perilli, un ristorante che è una vera e propria  istituzione del quartiere Testaccio

Trattoria Perilli
via Marmorata 39 Roma
Eravamo dodici e abbiamo ordinato rigatoni alla carbonara, bucatini all'amatriciana, abbacchio con le patate e carciofi alla romana (quelli alla giudia sono croccanti mentre questi vengono stufati e rimangono teneri...). 
Le porzioni sono corpose. La cosa più bella dei primi è che un fortunato può mangiare direttamente dalla terrina dove hanno mescolato tutta la pasta... un gioco divertente che anche nella mia famiglia facevamo sempre quando mia madre preparava la carbonara.. A dire il vero la terrina spettava solitamente a mio padre (unico uomo della famiglia) ma ogni tanto ce la cedeva e noi eravamo super soddisfatte. 
Questa carbonara merita perché é rigorosamente senza panna -caratteristica per me indispensabile perché si possa definire vera una carbonara!-, ricca, cremosa, profumata di pepe e pecorino e con pezzetti di pancetta croccante e gustosa: se passate di là ve la consiglio, ma vi consiglio anche di ordinare piatti diversi e dividerli, perché avrete voglia di assaggiare tutto. L'amatriciana non è da meno, la carne dell'abbacchio era tenera e leggera e i carciofi squisiti. Putroppo non ho foto, ero troppo impegnata a masticare per pensare a scattare.. Però vi lascio la ricetta di come la preparo io!

Pasta alla carbonara 
Per 4
360 gr di rigatoni o spaghetti n. 3 
120 gr di pancetta tesa affumicata
3 uova
50 gr di pecorino romano
50 gr di parmigiano reggiano
sale e pepe

In una terrina capiente sbattere 2 tuorli e un terzo uovo intero con un pizzico di sale. Grattugiare i due formaggi e unirli alle uova, mescolando fino a formare una crema. Tagliare la pancetta a pezzetti e soffriggerla in una padella antiaderente con pochissimo olio evo, sale e pepe, finché non sarà croccante. Lessare la pasta in acqua salata e scolarla al dente. Versare immediatamente la pasta nella terrina, aggiungere la pancetta e il suo condimento, mescolare bene, spolverizzate di altro pepe... e buon appetito! 
E per il dopocena? Io direi un bel film in bianco e nero ambientato a Roma, of course! 
Potete scegliere tra...

di William Wilder
con Audrey Hepburn e Gregory Peck


di Federico Fellini
con Marcello Mastroianni


di Stefano Vanzina
con Alberto Sordi


40 commenti:

  1. La carbonara anche per me rigorosamente senza panna!!! Mi segno il nome del ristorante...non si sa mai!!! Bravissima, baci

    RispondiElimina
  2. Classici piatti e classici film! Ottimo post! Una sola precisazione: i carciofi alla giudia sono quelli fritti, tipici della tradizione ebraica romana, i carciofi morbidi, stufati, sono i carciofi alla romana ;)

    RispondiElimina
  3. chissà perchè mi sento particolarmente 'vicina' a questo post!un bacio

    RispondiElimina
  4. Roma è sempre splendida! ... e che mangiate :-D

    RispondiElimina
  5. E io che sono di Roma ho subito fatto le precisazioni del caso... SCUSA PASSIFLORA! Ma da brava Romana dovevo correggere!:) BACI, e grazie della dritta sul tortino... me la sono andata a guardare la tua ricetta! baci

    RispondiElimina
  6. questo tuo post mi è piaciuto da morire.... il ricordo di questi film stupendi, Roma che adoro, i piatti che hai menzionato... insomma una goduria... però io nella carbonara anche se dicono che non ci va , un pò di panna ce la metto, e i carciofi alla giudia, per me sono sempre stati quelli al forno............boh, sbaglierò sicuramente... comunque è tutto ciò un bel mangiare... baci ELY

    RispondiElimina
  7. hai assolutamente ragione: a Roma la carbonara è rigorosamente senza panna!!!! che bei momenti avrai passato, le foto sono spettacolari! un bacio!

    RispondiElimina
  8. Roma e' bellissima.E' tu con le sue ricette tipiche sei riuscita e ricreare quella sua atmosfera classica.
    Ciao e buona serata,Fausta

    RispondiElimina
  9. Anche io adoro Roma, è la mia seconda città d'adozione! é da tanto che non ci torno per una breve vacanza...Trattotia Perilli...me la segno!
    Buona notte
    Claudia

    RispondiElimina
  10. e vabbè ci sta na favola la carbonara con roma,,, città eterna... carbonara eterna ;)

    RispondiElimina
  11. Con la carbonara ho una brutta esperienza e non so se e quando riuscirei a riassaggiarla, maconcordo in pieno sulla bellezza di Roma, la prima foto è stupenda. E pensare che sarei dovuta andare sabato scorso, ma mi è saltato il programma. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  12. Roma...meravigliosa sempre...con la sua storia, i suoi personaggi, i suoi piatti....

    RispondiElimina
  13. Roma è sempre Roma..bellissima!
    Un bel post ^_^

    RispondiElimina
  14. sono d'accordo con te :9
    per come la vedo io, chiedersi se mettere o no la panna nella Carbonara equivale al domandarsi se aggiungerci o meno della macedonia di frutta fresca!
    chi non riesce a renderla cremosa al punto giusto tanto vale che prepari un'altro piatto, in fondo non c'è nulla di male a non saper cucinare qualcosa :)

    a presto

    RispondiElimina
  15. Alla faccia del pranzo leggero :D
    A parte gli scherzi, devo dire che delle specialità romane non ti sei fatta mancare niente....
    I carciofi alla giudia non li ho mai provati e sarei cuiriosissima. E per il dopo cena io scelgo senza dubbio vacanze romane perchè adoro Audrey Hepburn
    Un bacione

    RispondiElimina
  16. Lo dico io, che Roma è la città più bella del mondo, e non perchè sia la mia!!!
    Quanto alla carbonara, l'aggiunta della panna dovrebbe essere considerato un crimine penalmente perseguibile :-)

    RispondiElimina
  17. Roma stupendaaaa, anche e soprattutto per la cucina! quelle trattorie sono il paradiso:)

    RispondiElimina
  18. cavolo, mi ha fregato il post...sono appena tornata da Roma anche io!

    RispondiElimina
  19. Mi hai fatto respirare anche a me un pò di "romanità" che adoro. Già segnato il nome del ristorante non sia mai che mi perdo un'occasione... ti ringrazio davvero :)

    RispondiElimina
  20. la carbonara con la panna? mai sentita!!
    Roma bellissima, ci vado anche io a maggio per vedere gli internazionali di tennis, non ce la farò a vedere i musei vaticani ma un giorno in giro ci sta e mi segno il nome della trattoria; pensa che buffo se tutti quelli che hanno letto il tuo post vanno alla trattoria dicendo: mi ha detto Passiflora di venire da lei....

    RispondiElimina
  21. Visti tutti e tre, ma essendo un'inguaribile romantica, voto per Vacanze romane :) La carbonara sembra un piatto facile, ma si può ottenere anche un primo colloso che sa di uova. Dalla tua ricetta ho imparato che: le uova vanno sbattute in una terrina su cui poi verrà versata la pasta (e non dentro la pentola come facevo io) e che non si devono usare solo uova intere. Grazie! Cat

    RispondiElimina
  22. Wow, che meraviglia! Bellissime le immagini, fantastica la carbonara!

    RispondiElimina
  23. Dunque, essendo un pò intollerante all'uovo, con la carbonara ci devo andare piano, però, quando trovo il guanciale autentico nel mio banchetto del mercato vicino casa, mi viene una matriciana che farebbe pensare che sono anche brava a cucinare...giuro!

    RispondiElimina
  24. @ strawberryblonde, ma dai! potevamo salutarci, a saperlo..

    @sdauramoderna, la carbonara la fanno con la panna in un sacco di posti. All'estero dappertutto, e va beh, gliela passiamo perché non sanno la ricetta originale, ma anche in Italia in diversi ristoranti la usano per rendere il sugo cremoso e non correre il rischio "mappazza"... ma io aborro! :)

    @afrodita, sì, le uova devono essere fresche e di qualità e vanno mescolate alla pasta in un recipiente e non nella pentola calda che rischia di creare l'effetto "riso cantonese" :)

    RispondiElimina
  25. @ lacarli, l'amatriciana è altrettanto gustosa e invitante.. non mi ci far pensare, che da oggi sono a dieta!

    RispondiElimina
  26. Ciao cara!!!
    Sei invitata ufficialmente a partecipare al mio primo contest!!!
    Un bacione!
    Dada ^.^
    http://lericettedellamorevero.blogspot.com/2011/03/cosa-sforno-oggi-primo-contest-delle.html

    RispondiElimina
  27. Splendida Roma!!!!!!
    Carbonara??? Buona...rigorosamente senza panna!!!!
    Un bacione!!!!!!

    RispondiElimina
  28. Se mi sentono i romani, io sfumo la pancetta con il vino bianco....
    Il film stupendo, gli interpreti favolosi e Roma è sempre Roma.

    RispondiElimina
  29. bella l'odea di inserire spezzoni di film "romani", è sempre bello rivederli! Eh si la carbonara deve essere senza panna assolutamente!! Però io nn la prendo mai al ristorante perchè la lascian troppo cruda e nn riesco a mangiarla e poi son abituata alla pancetta home made..viziataa ihihihihhi

    RispondiElimina
  30. Roma è bellissima, e la cucina è buonissima! La carbonara noi la facciamo senza panna, ma anche con la panna non deve essere niente male........
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  31. Accidenti... altro che dieta (mica lo sei solo tu! Perché credi che di crepes ne abbia preparato solo due?).
    Questo post mi è piaciuto tanto; Roma la conosco abbastanza, ho i miei cugini che abitano in zona ed una scappata, ogni tranto, ce la faccio. Anche la cucina romana è buonissima (ma è un disastro per le diete, no?). Sono d'accordo con te sulla panna... usarla uin cucina (e non solo sulla carbonara) io trovo che sia un delitto (ah beh, nei dolci no, eh? La panna montata è il massimo della goduria!).
    Quanto all'abbinamento con i film (il primo in particolare a cui fa riferimento anche il titolo del tuo post)... la mia icona ti ricorda qualcosa? (qualcuno?)
    Un bacio e buona serata

    RispondiElimina
  32. grazie per la visita....bello anche il tuo blog...e poi come posso non seguirti ..anchi'io ho fatto una promessa DIETA DIETA DIETA.....ma di domenica.......

    RispondiElimina
  33. Ciao cara...piacere di conoscerti!!! MI fa piacere che Roma ti piaccia e che ti siano piaciuti i nostri piatti tradizionali...la carbonara è uno dei miei preferiti!!!! Se ricapiti nella mia splendida città fammelo sapere, sarebbe bello incontrarci!! Un bacio e non perdiamoci di vista!
    Dimenticavo...adoro il cinema anche io!!! Un bacio

    RispondiElimina
  34. mmmm...che voglia di una carbonara;))
    Adoro Roma e le sue specialità!!Soprattutto i tonnarelli cacio e pepe:)Da Felice al Testaccio sono meravigliosi!!
    Proverò una volta anche il ristorante dove sei andata tu
    Come sempre scrivi dei bellissimi post;)
    Baci
    Mary
    fashionteaat5.blogspot.com

    RispondiElimina
  35. Roma città bellissima e cucina buonissima!!!
    Come al solito i tuoi post sono sempre indovinatissimi!!!
    Ciao

    RispondiElimina
  36. Ciao! Innanzitutto complimenti per il blog, è davvero molto molto carino e ben fatto!!! E poi Roma è meravigliosasi, e la sua cucina poi.... certo, io son di parte, perchè vivo a 40 km di distanza e appena posso vado...
    ciao!!!

    RispondiElimina
  37. Ciao Passiflora, Roma è Roma e... a questo punto mi scapperebbe una famosa battuta del Marchese del Grillo, ma la trattengo. Non posso che esserne innamorata e la considero una capitale irrinunciabile ed ogni volta strabiliante. E poi vuoi mettere la sua luce? Con una cosa sola Roma è in grado di zittirci e farci sentire tutti piccoli e mortali: una passeggiata lungo Via dei Fori Imperiali. Bacio, Pat

    RispondiElimina
  38. Da reatina doc ( nata a 78 km dalla capitale) so benissimo di cosa parli!Preciso con enorme orgoglio che la città natale dell'amatriciana (Amatrice appunto) si trova proprio in provincia di Rieti. La carbonara assolutamente senza panna e l'amatriciana rigorosamente col guanciale e non con la pancetta, mi raccomando! Complimenti per il blog, ti tengo d'occhio!

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Spaghetti alla chitarra con pallottine

Spaghetti alla chitarra con pallottine Buongiorno e Buon lunedì dell'Angelo! Avete passato una buona Pasqua? Se avete già diger...