Torta di cioccolato, pere e amaretti e i vostri premi

Buon sabato gelato a tutti! Qui a Milano continua a fare veramente freddo e non resta che accendere il forno per provare a riscaldare un po' l'ambiente.,. Almeno questa è la giustificazione che do alla febbre da bakery -che segue a un'irrefrenabile voglia di dolci e a una più generalizzata fame atavica. Colpa del freddo! (Sì, diciamo così..) Mi sa che a breve mi toccherà riprendere in mano la dieta fatta la scorsa primavera estate, se non voglio arrivare a giugno come Cicciobombo Cannoniere
A proposito di dolci e calorie, sabato scorso è stato il compleanno del mio fidanzato e volevo fargli una torta: ma dato che nel pomeriggio si sfioravano i meno sette gradi, in questa torta c'è solo un uovo. Avevamo fatto la spesa la mattina e me le ero dimenticata, poi la temperatura mi ha scoraggiato dall'uscire di nuovo. Mi sono arrangiata così e devo dire che il risultato è stato comunque di tutto rispetto. Una classica cioccolato e pere con in più il tocco aromatico e profumato degli amaretti. La torta era più buona il giorno dopo: le pere l'avevano resa più umidina e la preferivo. 



Torta di cioccolato, pere e amaretti

200 grammi di Farina e lievito (Molino Chiavazza) o farina normale + 1/2 bustina di lievito
30 grammi di fecola
30 grammi di cacao amaro
150 grammi di zucchero (se preferite, anche 200: assaggiate!)
100 grammi di amaretti
100 grammi di cioccolato fondente
80 grammi di burro
1 bicchiere di latte
1 uovo
3 pere abate

Sbucciate e detorsolate le pere, tagliatele a quartini e mettetele a cuocere in un tegame con due dita d'acqua e poco zucchero per un quarto d'ora, in modo da ammorbidirle. Sbriciolate gli amaretti. In una ciotola miscelate la farina, la fecola, il cacao amaro e lo zucchero; unite gli amaretti sbriciolati. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato ridotto a pezzettini insieme al burro. Una volta raffreddato il composto, aggiungete l'uovo e unitelo agli ingredienti solidi, amalgamate con un po' di latte. 
Scolate le pere e lasciatele raffreddare, tagliatele a fettine. 
Versate l'impasto in una tortiera imburrata, inserite le pere come più vi piace, io le ho messe a raggiera; coprite con qualche fiocchetto di burro e infornate per 45 minuti circa a 180 gradi.  

Oggi non vorrei abbinare film alla ricetta ma ringraziare i blogger che gentilmente mi hanno girato questo "premio" che sta girando in rete da qualche settimana, il Versatile blogger awards.



Come avrete intuito, cari blogger che mi avete onorato con la vostra scelta, sono una frana in queste cose, non ci sto dietro e non ho il tempo materiale di seguirle, quindi mi limito a dirvi un grazie di cuore.
Invito invece tutti i lettori a visitare i blog di chi mi ha gentilmente "premiata"! Si tratta di:


I primi tre sono, come avrete intuito, blog di cucina, gli altri sono di cinema: andate a sbirciarli, ognuno ha un suo stile e contenuti tutti da scoprire.
Buon sabato sera a tutti,
io vado a infilarmi sotto il piumone. :)




Post più popolari