Torta di banane con noci e uvetta (e una scorta di dvd)

Il gelo prosegue in tutta Italia e Milano, ammantata da residui di neve ghiacciata e da nuovi fiocchi caduti stamattina, ci regala una temperatura di meno sei gradi circa. Tutto gioca a favore di una giornata in casa, spesa tra divano + piumino, dvd, e, ovviamente, fornelli. Per ora vi propongo una torta che ho fatto tre giorni fa, perché avevo delle banane mature avviate all'animalier (= maculate). Una specie di banana bread, ma a forma di ciambella: l'ho portato al lavoro e le mie colleghe hanno particolarmente apprezzato. Ho eliminato la cannella, che di solito va in questa ricetta, perché, pur adorandola con mele, creme, tè e tisane, con la banana non mi piace un granché. In compenso ci sono noci e uvette. Provatela, è davvero una torta velocissima da preparare, leggera e di gran resa! Ho fatto una foto che lascia intravede la finestra del mio soggiorno, speravo di mostrarvi la neve che scendeva abbondante quella mattina, ma non si vede niente, eh eh... si intuisce giusto l'accumulo di neve sul balcone nel palazzo di fronte :)



Torta di banane con noci e uvetta 
300 grammi di farina 00
8 grammi di lievito per dolci
3 banane mature
150 grammi di zucchero
1/2 bicchiere di olio di arachidi
100 grammi di uvette
70 grammi di noci spezzettate
2 uova
burro per la teglia

Montare le uova con lo zucchero. Schiacciare le banane in una terrina e mettere in ammollo le uvette in acqua calda per 10 minuti. Aggiungere l'olio, le banane schiacciate, le noci spezzettate, le uvette ben strizzate e infine la farina al composto di uova e zucchero. Mescolare velocemente e versare in una teglia imburrata (potete usare la ciambella o uno stampo da plum cake). Infornare a 180 gradi per 45 minuti.

E se in questo pomeriggio nevoso avete voglia di un film, ma non sapete cosa guardare, ecco a voi qualche dvd nuovo nuovo, appena uscito.



Nuova versione del romanzo di Charlotte Bronte, con Mia Wasiwskowska nei panni dell'eroina inglese e Michael Fassbender, in questi giorni al cinema con il controverso Shame, a interpretare il tormentato Edward Rochester, signore del castello dove Jane viene assunta come istitutrice.



Un film leggero e divertente: Steve Carrell è un quarantacinquenne in crisi matrimoniale che incontra Ryan Gosling, giovane seduttore impenitente che si propone di fargli dimenticare la moglie, insegnandogli a essere più sicuro di sè e a cambiare look e atteggiamento. Ma anche per Gosling l'amore è dietro l'angolo e gli farà cambiare idea su molte cose...



Ultimo film di Almodovar, parla della vendetta di un chirurgo estetico che "sceglie" il ragazzo che ha tentato di violentare la figlia come cavia per sperimentare la sua creazione, una "pelle sostitutiva", resistente e ignifuga, realizzata in laboratorio dopo la morte della moglie, carbonizzata in un incidente stradale.

...buona domenica!

Post più popolari