Brr! Tagliatelle di grano saraceno con radicchio e gorgonzola e una commedia "sotto zero"

Toh, un nuovo post! Nevica? In effetti sì. 
Ultimamente faccio fatica a trovare il tempo - e l'entusiasmo - per aggiornare questo mio piccolo spazio. Ho anche pensato seriamente di chiuderlo: condividere con voi le ricette e i film che scopro o che amo da sempre è divertente, ma vorrei che il blog evolvesse in qualcos'altro, invece per ora, mi pare, continua a vivere in una bolla, un po' fine a se stesso. Inoltre c'è anche altro che vorrei fare, o meglio scrivere, e finisco per dedicarmi a tutto poco e male. 
Per ora, ci sto solo pensando. Mentre rimugino, vi scrivo un altro post :-) Un post che sa di inverno: avete visto che tempaccio? Dicono sia la settimana più fredda dal 1985. Dicono che il peggio arriverà nel weekend, con punte di -11 gradi o giù di lì. Per ora Milano è imbiancata da una neve debole ma continua, che va avanti da ieri pomeriggio. In questi giorni freddi, però, almeno un aspetto positivo c'è: si ha voglia di starsene in cucina, di accendere forni e fornelli. E preparare qualcosa che scaldi per bene. Io vi propongo un piatto molto nordico, che mescola ingredienti pescati qua e là: grano saraceno, nello stile dei pizzoccheri della Valtellina, radicchio rosso dal Veneto, Gorgonzola (dall'omonimo paese nel milanese) e Parmigiano reggiano. Pronti? Via.



Tagliatelle di grano saraceno al radicchio e gorgonzola
Per le tagliatelle (2-3 porzioni)
200 grammi di farina di grano saraceno
50 grammi di farina 00
1 uovo sbattuto 
acqua fredda qb
Per il condimento
1 scalogno
1 cespo di radicchio rosso
50 grammi di gorgonzola
Parmigiano reggiano grattugiato qb

Miscelate le farine, disponetele a fontana su una spianatoia se ce l'avete, se no fate come me che mi sono arrangiata in un'ampia terrina. Fate un buco nel mezzo della fontana, versate l'uovo sbattuto con un po' di sale, mescolate con una forchetta, aggiungete un po' d'acqua e poi impastate con le mani fino a creare una palla. Riponete in frigo per mezz'oretta, avvolta nella pellicola.
Soffriggete un piccolo scalogno con un po' di olio, aggiungete il radicchio tagliato a striscioline sottilissime, salate, pepate e stufate.
Stendete la pasta delle tagliatelle sulla spianatoia con un mattarello, tagliatela a striscioline : io non sono una pastaia esperta, ho provato a piegare la sfoglia ma tendeva ad attaccarsi (forse era poco infarinata?) quindi alla fine ho optato per strisce lunghe con la rondella.
In una terrina preparate il gorgonzola a pezzetti con il Parmigiano grattugiato. Mettete a bollire l'acqua salata per le tagliatelle, sciogliete il formaggio a bagnomaria con un cucchiaio d'acqua calda (o se avete il microonde potete usare quello, bastano 30 secondi).
Lessate le tagliatelle, ci vorranno circa sei minuti. Passatele in padella dove avrete stufato il radicchio (che le  colorerà tutte di un magnifico colore viola!)e poi versatele nella terrina con il formaggio. Mescolate e portate in tavola.



Che film vi abbino a questa ricetta? Una vecchia commedia (1995) con Sandra Bullock, un film carino ambientato durante un gelido inverno nella città dove il freddo e la neve regnano sovrane, Chicago. Sto parlando di While you were sleeping, tradotto in italiano con un inconcepibile Un amore tutto suo, che non rende nemmeno l'idea principale attorno cui ruota il film, ovvero il coma dell'uomo di cui la protagonista Lucy è segretamente innamorata. 



Lucy è una bigliettaia della sopraelevata di Chicago, ogni giorno vede Peter prendere il treno e fantastica su di lui. Il giorno di Natale Peter viene buttato giù dalla banchina da un ladro e Lucy lo salva dall'arrivo di un treno: ma a causa della botta durante la caduta Peter entra in coma. La famiglia di lui, riunita in ospedale, scambia Lucy per la fidanzata e lei, donna solitaria e in cerca di calore, glielo lascia credere. L'unico scettico è il fratello di Peter, Jack, interpretato da Bill Pullman, che mentre cerca di scoprire chi diavolo sia Lucy in realtà, finisce per innamorarsene. Le cose si complicano ulteriormente quando Peter si sveglia e, non ricordando nulla, pensa davvero di stare con Lucy.
La scena in cui Lucy e Jack si accorgono di piacersi è molto carina: lui la sta accompagnando a casa a piedi e giunti nel vialetto davanti al palazzo di lei, per non cadere sulle lastre di ghiaccio che ci sono per terra, i due ingaggiano una specie di balletto, aggrappandosi l'una all'altro. Romantici espedienti che regala l'inverno! 
Il titolo While you were sleeping ha senso perché è la risposta che Lucy dà a Peter nel momento in cui le chiede quando lei e suo fratello si sono innamorati. Immaginatevi che in italiano, per dare coerenza con il titolo scelto, hanno tradotto la risposta "perché era un amore tutto mio". Eh?!?!?!??! Meglio mangiarci su le tagliatelle!
Buona neve & freddo a tutti! :)


Post più popolari