mercoledì 14 dicembre 2011

Inverno: coperta, Cold Mountain e una fetta di crostata



Rossella O'Hara bionda, con il naso all'insù e il viso diafano di Nicole Kidman. Che ve ne sembra, non vi convince? Beh, per scoprire che effetto vi fa, vi basta guardare Ritorno a Cold MountainQuesto film di Anthony Minghella è uno degli appuntamenti fissi della stagione televisiva invernale, un nuovo classico del periodo natalizio e infatti è stato trasmesso giusto l'altra sera su Rai tre. Si tratta di un colossal ambientato durante la guerra di secessione americana che fa l'occhiolino in modo esplicito al classico dei classici, Via col Vento, ma non risparmia scene di battaglia e di cruda violenza che il cinema di una volta non avrebbe osato mostrarci.



Protagonisti, la già citata Nicole Kidman, nei panni di Ada, gentildonna sudista che rimane abbarbicata a Cold Mountain, sola a difendere la sua fattoria dalle truppe sbandate della guardia nazionale, e Jude Law - Inman, l'innamorato poi partito per la guerra che, dopo la tremenda battaglia di Petersburg, cerca tra mille vicissitudini di tornare dalla sua amata. 
E così Nicole - Penelope, aiutata da René Zellweger sveglia cowgirl, Ruby, attende speranzosa il ritorno del suo Ulisse (con le sembianze di Jude Law, niente male) che nel frattempo se la passa piuttosto male, tra fame, freddo, malanni e inseguitori.


Le due figure sono tratteggiate in modo un po' stereotipato: vivono un sentimento idealizzato fatto di lettere mai spedite e lette con voce fuori campo, fotografie cucite nella giacca e ricordi di un unico e intenso bacio, ma in fondo questa scelta rispecchia il mood complessivo del film, in cui Cold Mountain, paesino della Carolina in mezzo ai boschi, diventa il simbolo della pace e della tranquillità dell'anima, di casa
Piacerà: a chi ama i film epici, quelli romantici e i grandi classici, a chi conosce e apprezza già Minghella (Il Paziente Inglese, Il talento di Mr Ripley), a chi guarda Via col vento ogni volta che lo passano in tivù.
Per una serata sul divano, le lucine di Natale che si accendono e si spengono e magari la neve fuori... e una fetta di torta?

Sì, vi lascio un dolce che non c'entra nulla col film, un superclassico che in quanto tale è una garanzia, ovvero la crostata con la marmellata che ho preparato un paio di settimane fa. 
Nel film infatti di ricette non si vede manco l'ombra, anzi, i protagonisti patiscono la fame, sia il povero Inman in giro per gli Stati Uniti tra boschi e foreste, sia la cara Ada che per due patate si vende pure i gioielli di famiglia (finché non impara a cavarsela nell'orto, grazie all'aiuto di Ruby). Fanno fugaci apparizioni giusto qualche zuppa annacquata e un cervo congelato che, in barba a ogni precauzione salutistica, viene divorato di fronte al fuoco (e che noi ci risparmiamo volentieri).



Crostata alla marmellata di prugne 

300 gr di farina
150 grammi di zucchero
120 grammi di burro
2 uova
1 pizzico di sale
scorza di limone non trattato qb
1 barattolo di marmellata di prugne

Preparare la pasta frolla come di consueto, mescolando in una ciotola la farina setacciata con lo zucchero e il sale con il burro, le uova e una grattugiata di buccia di limone: io ho messo sia tuorlo che albume per renderla un po' più soffice. Formare una palla, lasciare riposare in frigo per un'ora, stenderla su un foglio di carta forno con un mattarello. Usate i due terzi per foderare una tortiera imburrata, riempite con la marmellata (in questo caso è la marmellata fatta in casa dalla mamma del mio fidanzato, quindi particolarmente buona!) e decorate con striscioline ricavate dalla pasta rimanente. Cuocete in forno a 180 gradi per 35 minuti.  Gnam!


34 commenti:

  1. Si era in tv proprio ieri se non sbaglio ma non sono riuscita a vederlo mi rifarò. La crostata con la marmellata di prugne è per me la più buona in assoluto! Baci

    RispondiElimina
  2. sarà anche un classico ma una fetta di crostata è sempre un piacere!

    RispondiElimina
  3. Ho un ricordo traumatico di quel film, legato all'immagine che la protagonista vede riflessa nel pozzo, di lui che percorre il sentiero del ritorno, con dei corvi che svolazzano alle sue spalle... pessimo presagio, che, inizialmente, sembra risolversi in un equivoco (si tratta solo di lui che torna da lei) e alla fine si svela in tutta la sua crudeltà.
    Non so se lo rivedrei, preferisco la crostata e l'ennesima puntata di Cortesie per gli Ospiti. Non volermene...

    RispondiElimina
  4. L'ho rivisto anch'io l'altra sera in TV! Ma, ti dirò, preferisco la tua crostata :-)
    Brava!
    un saluto affettuoso
    simo

    RispondiElimina
  5. Bellissimo e terribile film del grande regista scomparso. Mi piacque tantissimo l'idea del parallelo tra le avventure dei protagonisti ed il viaggio di Ulisse. Un film che lascia l'amaro in bocca ma meraviglioso per costumi, scenografie, attori tutti molto bravi, e questo inverno incombente che copre tutto di bianco. Non è un film propriamente di Natale (ne parlo proprio nel mio ultimo post), ma per un pomeriggio coccoloso sul divano, direi di si. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  6. Un classico intramontabile, bellissima la tua crostata!!!

    RispondiElimina
  7. Me lo sono perso, nooo :(
    Lo segno comunque fra i film da vedere!
    Che dire della crostata... potrei vivere di pasta frolla!

    Un bacione, eli!

    RispondiElimina
  8. Me la mangerei proprio in questo momento una fetta della tua crostata! è così buona!!
    Che peccato! Mi sono persa il film l'avrei visto volentieri!!

    RispondiElimina
  9. Ma che splendida proposta! Un film classico che più classico non si può, il tepore di una coperta sofficissima e una fettona (anche due, via!) di crostata genuina e stragolosa! Accetto, accetto!!! Prepara tutto che arrivo! :-D

    RispondiElimina
  10. Se ti dico che una parte del film e stato girato dietro casa dei miei?
    E se ti dico che il pozzo costruito per il film e ancora li.Ho anche la foto da qualchè parte di questo pozzo.
    Mi ricordo anche l'annuncio sul giornale, che compravano corvi.:-)
    Sarà per questo che il film lo rivedo sempre con piacere.

    RispondiElimina
  11. Il film a me è piaciuto molto. E la tua crostata beh! Che dire....è stupenda!!! Bravissima!

    RispondiElimina
  12. OH! La crostata! Mi rocorda quella di mia nonna! :P SLURP!

    RispondiElimina
  13. adoro le crostate!!! e il film mi ripormetto sempre di guardarlo ma finora non l'ho fatto...chissà che una bella fetta di crostata mi dia la giusta ispirazione! ;)

    RispondiElimina
  14. se mi metto la tua crostata davanti non so quanto possa durare!!!ma quanto era bonazzo jude law un milione di capelli fa?????

    RispondiElimina
  15. Non sono mai riuscita a vederlo, mannaggia, me lo sono persa anche questa volta.

    RispondiElimina
  16. non ho mai visto questo film ma provero a vederlo complimenti per la crostata

    RispondiElimina
  17. Con questo film, si rischia di mangiarla tutta la crostata... Per consolarsi!
    (se non ricordo male non è certo un film allegro, comunque mi era piaciuto)

    RispondiElimina
  18. Non ho visto questo film,ma la crostata è deliziosa!Ciao

    RispondiElimina
  19. Ma che carina la nuova header! Mi piace!!!

    RispondiElimina
  20. sul film ho qualche dubbio, sulla crostata nessuno!!! gnam gnam ^___^

    RispondiElimina
  21. Il film mi era piaciuto tanto! Ma Jude proprio non lo sopporto, mi sa di...unticcio! La crostata invece è un capolavoro, mi manca la tua frolla!Baciuz

    RispondiElimina
  22. Io devo ammettere che l'ho adorato questo film...lo sguardo di lui quando si volta a guardare lei alla finestra mentre partiva per la guerra , è uno di quelli che non hanno bisogno di parole!!! e ti devo dire che mi faceva una gola pazzesca lo stufato che si vede a casa della vicina....è l'unico piatto che si vede, è vero,ma mi ha sempre fatto un bell'effetto!

    RispondiElimina
  23. Adoro le crostate.
    Gio'
    http://remenberphoto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  24. adoro le crostate, soprattutto ricche di marmellata come la tua... deliziosa!
    il film è molto bello ^__^
    bacioni

    RispondiElimina
  25. La crostata è il dolce più amato dagli italiani e per questo è sempre gradita ed attuale..
    Ottima la tua!
    Baci

    RispondiElimina
  26. ho una richiesta: a quando uno dei tuoi bei disegni? Elisa in versione natalizia che fa l'albero o che impacchetta i regali??

    RispondiElimina
  27. @ sdaura, guarda, ci pensavo qualche giorno fa, che è un po' che non metto disegni... ma ultimamente mi mancava un po' l'ispirazione. ora però ne ho in canna uno che ti farà ridere (almeno spero!)

    RispondiElimina
  28. Ogni volta che rivedo questo film non riesco a nonm piangere.Cioè non ce la faccio proprio a trattenermi! La crostata è un classico intramontabile, ne ho una in forno proprio adesso! ;-)

    RispondiElimina
  29. Questo film me lo ricordo bene! Bellissimo il tuo blog! Se hai voglia passa pure da me :-) ciaoooo

    RispondiElimina
  30. C'è ancora una fetta di crostata per me? :) è uno dei miei dolci preferiti ed è da un pò che non la rifaccio!
    Buona domenica, un bacione grande :*

    RispondiElimina
  31. Una fetta la prenderei volentieri adesso.E' molto molto invitante.Brava.
    Un bacione e buona Domenica.

    RispondiElimina
  32. Vedo che i coltelli Ikea sono apprezzati da molti ^_^ Complimenti per la foto! Mi piace molto l'idea del tuo blog!

    RispondiElimina
  33. Io decisamente non amo Anthony Minghella...Il paziente inglese l'ho trovato il film più noioso della storia del cinema e Ritono a Cold Mountain invece l'ho trovato un drammone un po' stereotipato senza il fascino di Via col Vento, però vedibile...;)
    Tra Cold Mountain e la crostata però sto con la crostata..;)

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Golden Globes 2019: i vincitori e il red carpet!

La scorsa notte sono stati consegnati i Golden Globes, i premi della Hollywood Foreign Press Association che anticipano e spesso predi...