Piovono polpette... di melanzane!


Questa sarà più o meno la faccia che farete quando assaggerete queste polpettine. Lui è Flint Lockwood, protagonista di Piovono Polpette, film di animazione del 2009 di cui vi parlerò tra poco.
Le polpette in questione invece sono davvero buone e anche facili. Sono a base di melanzane e non hanno nulla da invidiare alle classiche di carne: le ho composte a sentimento, per cui perdonate se le dosi non sono molto precise. Ah, vi vedo, voi che come me siete sempre lì a contare le calorie. Per una volta potete pure concedervelo un frittino... magari le fate nel weekend, senza esagerare nelle quantità. Anche se vi assicuro che farete fatica a non divorarle una dietro l'altra. (perdonate le foto, era buio e non ho potuto far di meglio).




Polpettine di melanzane 
Dosi per circa 20 polpettine
1 melanzana
120 gr di ricotta
1 fetta di mortadella
prezzemolo qb
pangrattato qb
sale
olio evo
olio di arachidi per friggere

Tagliare a dadini la melanzana e cuocerla in una padella antiaderente con poco olio e sale. Quando la melanzana sarà cotta, lasciatela scolare e intiepidire in uno scolapasta, per circa 15 minuti. Versate i dadini in una terrina, aggiungete la ricotta e mescolate, unite il prezzemolo finemente tritato, la mortadella tritata e pangrattato fino ad ottenere una consistenza che riusciate a manipolare con le mani. Formate delle polpettine, passatele nel pangrattato. Scaldate l'olio e, quando sarà ben caldo, friggete le polpettine su entrambi i lati finché saranno dorate. Scolatele sulla carta assorbente, salate e portate in tavola, accompagnando con quel che vi va! Io ho preparato dei semplici broccoli a vapore e degli involtini di petto di pollo ripieni con un pezzetto di mortadella e un dadino di pecorino, saltati in padella con pochissimo olio e un po' di rosmarino (semplici e sempre boni gli involtini!). 



Torniamo al film! Il protagonista, Flint, vive in un paesino la cui economia si fonda sulla pesca di sardine e lascia poco spazio ai sogni e alla creatività. Invece lui fa l'inventore e per questo è considerato un freak, uno svitato buono a nulla. Tutti lo snobbano fino a che, a causa di un incidente, manda in orbita la sua ultima creatura, una macchina che trasforma l'acqua in cibo e che comincerà a far piovere dal cielo polpette, appunto, ma anche gelati, biscotti, spaghetti, polli arrosto e gelatine e tutti scopriranno le gioie dell'abbuffata gratis. Flint diventerà una star... Eppure non tutto andrà per il verso giusto e Flint, insieme alla reporter Sam, dovrà impedire che quello che all'inizio sembrava una giocosa meraviglia si trasformi un pericolo terribile per la comunità supernutrita. Un film carino e giocoso, soprattutto nella parte con il cibo gigante, anche se siamo lontani da i capolavori di ritmo e humor della Disney Pixar. I vostri bambini apprezzeranno! 


Post più popolari