giovedì 14 luglio 2011

C'mon c'mon c'mon c'mon take that... and party!

Once a thatter, always a thatter? Pensavo di no, eppure... 
Oggi non parlo di cinema e nemmeno di cucina, ma di musica, o meglio, di passioni adolescenziali! Quando avevo quindici anni, come milioni di altre ragazzine, ero pazza per i Take That! Li conoscete, no? La prima boy band di successo planetario, composta dai 5 ragazzi di Manchester: Gary, Mark, Howard Jason e, ovviamente, Robbie, che ci hanno fatto cantare ballare e innamorare con canzoni come Pray, Everything Changes, Babe, Never Forget, Back for Good... 

I Take That nel 1994...

...e oggi!
Io ero innamorata di Gary che, in quanto autore delle canzoni e voce principale, esercitava su di me il fascino "oltre la panza c'è di più": non era proprio un fuscello scolpito, diciamo, soprattutto rispetto a "Jason -chiappe di marmo" e "Howard-bello bello in modo assurdo", ma io da romanticona pure un po' snob, cercavo uno che avesse almeno la dignità del cantautore!
La favola è durata dal 1991 al 1995, quando Robbie Williams ha deciso di lasciare il gruppo per iniziare la carriera solista e gli altri sono andati per la loro strada. Gary ci ha provato, a fare qualcosa da solo, ma è stato offuscato dalla stella di Robbie, che ha la stoffa della grande star.
Ma non sono qui per fare una cronistoria dei Take That: quella, nell'ipotesi remota che vi interessi, potete leggervela su qualsiasi fan-site. 
Sono qui per raccontarvi che martedì, grazie a un'amica, Giorgia, e alla sua amica -che per il compleanno, sapendo di un passato da fan, le ha regalato due biglietti-  sono andata al loro unico concerto in Italia, allo stadio San Siro di Milano.
Che dire? Non ascolto più i Take That da anni, intendo ovviamente le vecchie canzoni ma anche le nuove.. anche se qualche cosa caruccia la fanno ancora, ora i miei gusti sono decisamente più indie-rockeggianti... Eppure è stato un concerto bellissimo! Uno show spettacolare, di cui potete leggere i dettagli su questo articolo del Corsera, in cui i "Fab Five" hanno saputo farci ballare, cantare, ridere.. insomma divertire
Io, che li vidi al forum di Assago nel lontano aprile del 1995, ai tempi in cui li adoravo in tutto e per tutto, non credevo certo che, dopo tutto questo tempo, mi sarei emozionata nel risentirli! E invece è stato così, forse perché assalita dai ricordi di quel periodo, del liceo, delle fantasticherie e delle scemenze dette con la mia amica Lorenza! 
Il ricordo di ciò che loro hanno rappresentato, insomma, fa sempre tenerezza, anche se pure i loro fisici scolpiti, l'irriverenza e la simpatia aiutano tutte noi ex "thatters" patite, ormai trentenni (e oltre), a tenere per loro un posticino nei nostri cuori!
Ecco, in soldoni, com'è andata la faccenda: 




Siccome vi lascio a digiuno di ricette anche oggi, almeno un aggancio cinematografico non può mancare! I Take (come li chiamavo ai tempi...) hanno firmato una delle canzoni della colonna sonora del film X men, first class, prequel della saga di Xmen che racconta come Charles Xavier ( poi Professor X) ed Erik Lehnsherr (che in seguito diventerà Magneto), cercano di creare una scuola per i ragazzi mutanti ma, per visioni opposte sul ruolo dei mutanti nella società, da amici si trasformano in rivali. Il film è uscito a giugno e non sono ancora riuscita a vederlo: sospendo il giudizio, quindi, ma c'è James McAvoy, uno dei miei attori beniamini, perciò lo vedrò presto e vi saprò dire!
Ecco intanto il video della canzone, Love love, un po' dance, un po' elettropop, che mostra anche scene del film. 



Grazie ancora a Giorgia per aver condiviso con me questo bellissimo tuffo nell'adolescenza! :-)

35 commenti:

  1. Anche una mia amica è andata al concerto.. ha ancora gli occhietti a forma di cuore hihihihi

    RispondiElimina
  2. Ciao carissima speravo che tra noi ci fosse una pazza come me!!Io c'ero e ci sarò ancora appena torneranno ..magari ci troviamo..ero una delle 78.800 fan al San Siro..e Gary era anche il mio preferito!!Ieri sono tornata al lavoro come quella della pubblicità CostaCrociere..sigh sigh..ciao thatterina!!

    RispondiElimina
  3. carinissime le vignette!!!
    non sono mai stata una fan dei take that però le loro canzoni mi piacevano e quando le riascolto mi tornano in mente tanti ricordi, ad esempio back for good ha accompagnato il periodo degli esami di maturità... bei tempi!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  4. Anche io ero una Thatter convinta, con un certo snobbismo per i strabelli, una passione dichiarata per Jason e una segreta per Gary! Molte mie amiche erano lì al concerto, io sono un pò troppo fuori mano, ma ci sarei venuta volentierissimo... un bel tuffo nel passato! :D E poi, diciamoci la verità, dopo tutti questi anni Gary e Jason sono in assoluti i due più affascinanti del gruppo, abbiamo l'occhio lungo noi due :D

    RispondiElimina
  5. Io adorooooooooo le tue vignette!!! Un po' meno i Take that...mancanza mia, lo so ;-)
    Baci

    RispondiElimina
  6. Li ricordo eccome!! Erano un tormentone e, io un pò meno, ma la mia compagna di classe era totalmente impazzita per loro!!! Le vignette sono fantastiche! Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. @ Al cuoco: anche io! :-)

    @ Pippi: allora la prossima volta si va insieme!!

    @ Caia, nel periodo di Back for good io invece avevo 17anni e mi ricordo che era uscita poco prima che andassi in vacanza studio a Dublino.. che bei tempi!

    @ Antonella, tu sì che te intendi! :) Jason è andato migliorando con gli anni, sarà anche la barba! e anche Gary, always the best ;-)

    @ Rosalba, e io adoro te, anche se non sei fan dei Take! ;)

    @ marifra, grazieeee!

    RispondiElimina
  8. ma che belle le tue fume-storie!!!
    mi fanno morire, sei bravissima a disegnare e con pochi tratti inquadri alla perfezione le situazioni!!
    io mi rivedo, però, essendo più vecchia, i miei preferiri erano i Duran Duran... niente concerti ma gli occhi a cuore li avevo pure io ^___^
    mi ripeto, però, davvero, bravissima!!

    RispondiElimina
  9. grazie x questo "tuffo all'indietro"...
    ...sicuramente oggi ascolterò thake that...
    Back for good mitica!

    RispondiElimina
  10. @ sdaura, grazie,i sempre tr buona con me! io mi diverto a farli questi disegni quindi sono contenta se riesco a divertire voi che li guardate :)

    @lela, dai sì un po' di take that magari mentre prepari la cena oggi ci stanno! ;-)

    RispondiElimina
  11. Pazzesco, quando rivedo una foto dei Take That degli anni '90 mi chiedo come cavolo facevano a piacermi così tanto!!! Anche io ero pazza per Gary (Robbie all'epoca mi sembrava il + sfigato), mi ricordo che mi sono comprata il CD e dentro c'erano gli adesivini di tutti loro, ora vado a recuperarlo e mi faccio due risate. Stupende le vignette e chissà come ti sei divertita con la tua amica al concerto!!!! :-)))))

    RispondiElimina
  12. Io ci sono rimasta sotto... sno due giorni che non dormo ehehehe
    anche io ho scritto qualcosina...

    RispondiElimina
  13. Io ero innamoratissima di Jason Orange! Ma adesso dovendo proprio scegliere mi butterei su Howard! :D

    RispondiElimina
  14. daiiiiiiiiiiii...in quei disegni mi ci vedevo troppo, anche se purtroppo non ci sono potuta andare al concerto :(
    A presto,
    ciaoooooooooooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  15. Deliziosi i tuoi disegni-fumetto! raccontano benissimo le tue sensazioni... sei molto brava!
    I take li ascoltavo ma non ero un fan sfegatata, sono cmq stati la colonna sonora della mia adolescenza ;)

    RispondiElimina
  16. Eli sei un mito! E io che mi son sempre chiesta se ci fosse qualcuna che impazziva per Gary/panza...bellissima la vignetta, io la romantica Babe me la riascolto volentieri, ma Robbie anche da solo, tutta la vita!bacio

    RispondiElimina
  17. @ Marina Qcne, hai guadagnato molti punti! ;-) sì mi sono divertita un mondo, w gary!

    @ A. ti ho letto e risposto sul tuo blog

    @ Mau, Jason... tutti si chiedevano l'utilità di tale uomo nel gruppo... semplicemente non comprendevano il contributo del lato b e dei suoi addominali al gruppo... ;-)

    @ St. Pepper, la prossima volta ti arruolo però!

    @ Marina, grazie!!

    @ lacarli, se sapessi che discorsi facevamo io e la mia amica Lorenza... da neuro proprio! Eravamo cotte, ma cotte proprio, penso di non aver mai idealizzato e adorato una persona quanto Gary Barlow ;-) Volevo sposarlo. E cmq sulla panza il ragazzo ci ha lavorato parecchio, non risultati direi niente male :) bacioniii

    RispondiElimina
  18. @ carli, ops, intendevo CON risultati niente male

    RispondiElimina
  19. Non sono una fan accanita dei Take That, anche se qualche canzone l'ho ascoltata, pero' sono una fan ACCANITISSIMA dei tuoi "fumetti". Li ADORO!

    RispondiElimina
  20. le tue vignette sono sempre fantastiche. Sei bravissima ^__^ Non ero una fan scatenata ma li ricordo eccome. Che fortuna poter andare al concerto. Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  21. io amavo jason...ho anche dei dvd da qualche parte! Che vergogna!

    RispondiElimina
  22. @ Simona, gracias!

    @ Fede, come dimenticarli? ;-)

    @ Strawberry, ma che vergogna, chissenefrega! :) ps: io ho dei vhs Live @ Wembley + interviste + video registrati da Videomusic e Mtv..... e pile di ritagli!

    RispondiElimina
  23. Ma perchè poi, scusa, a noi piacciono gli omi con gli addominali?????????????????!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  24. carli, io dico NO alla tartaruga... ma se non c'è neanche la panza preferisco!

    RispondiElimina
  25. Sei davvero brava complimenti!Io non ero una fan sfegatata dei Take ma li ascoltavo comunque con piacere...anche io adoro il cinema...ti leggerò più spesso:-)Buon w.e.

    RispondiElimina
  26. Io ho un'amica che ormai è sulla via dello stalking. Li sta seguendo in tutte le tappe del tour.

    Da bizzaro adolescente qual'ero, mi piacevano molto. Mi son fatto anche sdoppiare quache cassetta con la conseguenziale presa in giro da parte degli amici maschi.

    Never forget rimane la mia preferita, me fomenta troppo XD

    RispondiElimina
  27. @ anakin80, vedi che sei simpatico! uno dei pochi uomini non prevenuti con i take! Neeeeeeeeever forget where you're coming from... bellissima ;-) ma io non so eleggerne una sola

    RispondiElimina
  28. le tue vignette sono esilaranti... mi ritrovo troppo in te ragazzina e te cresciutella!!! bravissima!!!

    RispondiElimina
  29. Ahah sai che mi hai fatto ridere un sacco? Anch'io sono così, con gli idoli della mia prima adolescenza... del tipo "Oddio ma ti ricordi quando scrivevamo i testi delle loro canzoni dovunque... eravamo proprio le classiche ragazzine..." e poi "Ma sai chi viene in Italia? Dai andiamo a sentirli, anche se ormai non li seguiamo più..." E si finisce in lacrime a cantare a squarciagola la propria canzone preferita, sotto il palco e in mezzo a centinaia di coetanei :D
    Le vignette sono geniali. Tu sei geniale ;)

    Agnese

    RispondiElimina
  30. @valevanilla... grazie! :)

    @ agnese, grazie del geniale, contenta di averti fatto sorridere! :-) cmq va proprio così!!

    RispondiElimina
  31. intanto vorrei farvi tutti partecipi di questa notizia... A Copenhagen Robbie s'è magnato un'aragosta e s'è intossicato, e il secondo concerto che dovevano fare il giorno dopo è saltato. Meriterebbe una vignetta tutta a sè!!
    http://www.italia-news.it/spettacolo-c7/musica-c43/take-that--robbie-williams-intossicato--annullato-concerto-a-copenaghen-72593.html

    RispondiElimina
  32. Penso di essere " un po'" più grande di te e durante la mia adolescenza ascoltavo altro ma qualcosa, più tardi, ho conosciuto di questo gruppo e ho apprezzato.
    Per me i tuoi disegni sono sempre bellissimi ed esplicativi. Complimenti, sei un bel contenitore pieno!

    RispondiElimina
  33. Marò, si vede che sono vissuta anni luce dalla tua generazione. Io ero una duraniana dura e pura e Simon Le Bon era il mio sogno proibito. Comunque devo dire che dei Take That il mio preferito è sempre stato quell'animo tormentato di Robbie Williams, malandrino e un po' pezzo di m...., completamente pazzo e musicalmente geniale. Bell'amarcord. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  34. Io avevo una cotta, ma di quelle pesanti, per Robbie. Credo di aver pianto quando si sono sciolti... ("sospiro") Ricordo che con la mia migliore amica cantavamo Back for good a nastro anche senza sapere bene le parole :D
    La vignetta è stupenda, troppo divertente *-*

    RispondiElimina
  35. Che carine le vignette! ahahaha! un bacione!

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Juliet, Naked - Tutta un'altra musica: la recensione

Lessi il libro di Nick Hornby "Juliet, Naked" nel 2010 e mi piacque un sacco, per molti motivi. 1) Il british humor di H...