martedì 10 maggio 2011

Twilight, banale eppure sfizioso... come i cocchini!


Premessa: non ho letto neanche uno dei vari libri di Stephenie Meyer e ho visto solo il primo film della "Twilight saga", prima che uscisse il secondo capitolo, Eclipse, perciò non sono un'esperta e non me ne voglia chi invece lo è. Lo stanno dando su Italia1 proprio questa sera e quindi mi è venuto in mente di parlarne. La storia di Twilight è di una disarmante banalità: si nutre di vecchi archetipi e pesca a man bassa dalla letteratura rosa e dai racconti sui vampiri, presentandoci una protagonista dalla situazione famigliare problematica, Bella (Kirsten Stewart), che si innamora di Edward (Robert Pattinson), un ragazzo belloccio e dannato che, purtroppo per lei, è anche un vampiro. Certo, un vampiro buono che ha deciso di non mangiare più gli umani e che però non può arrischiarsi a toccarla troppo o rischia di lasciarsi trasportare e succhiarle via tutto il sangue. Dicono che la Meyer abbia usato l'impossibilità di consumare fisicamente l'amore tra i due come metafora della pericolosità dei rapporti sessuali prematrimoniali... Non so se sia vero (lei è mormona quindi po' esse...) sta di fatto che le adolescenti di tutto il mondo sono impazzite per questa tormentata e impossibile storia d'amore. Perché? Beh, non ho trovato nulla di eclatante o particolarmente geniale nello svolgimento del primo episodio.  Il film è girato con filtri che rendono le pelli bianchissime -quasi verdastre- e i colori freddi, dal verde delle foreste al blu delle luci al neon e delle nebbie. E' un po' ridicolo come lei scopre che lui è vampiro (una googlata e via..), quasi divertente il momento del baseball a velocità supersonica tra vampiri, sulle note dei Muse, ma abbastanza piatto il modo in cui Bella finisce in pericolo e ha bisogno dell'intervento di Edward. Non brutto, non troppo noioso, ma niente di che... Il segreto, quindi, deve stare in una verità inconfutabile: l'attrazione universale per le grandi storie d'amore. Vere o presunte, con un tocco di sangue o di spionaggio, di azione, di avventura che sia... le storie d'amore con la A maiuscola, per quanto banali, muovono montagne e commuovono milioni di persone. E fanno guadagnare milioni, almeno alla Meyer e ai produttori della versione cinematografica della saga
A volte insomma, anche se una cosa è banale, può darci soddisfazione. Un esempio culinario? Queste palline di cocco e ricotta che ho preparato sabato. Banali ma non per questo meno sfiziose. Certo, vanno prese a piccole dosi, o possono nauseare: esattamente come Twilight & Co....




Cocchini
200 gr di cocco disidratato
100 gr di zucchero bianco
150 g r di ricotta di mucca
1 cucchiaio di liquore all'anice

In una terrina mescolare il cocco con lo zucchero, unire anche la ricotta e lavorare bene il tutto, unendo il liquore di anice. Formare delle palline con le mani, passarle in un po' di cocco disidratato e mettere in frigo a riposare: la compattezza giusta la raggiungono dopo almeno un paio d'ore! Un ottimo dopo-pasto o uno sfizioso intermezzo.. deliziosi anche ricoperti di cioccolato fondente, come dei mini bounty!
Nella foto i due cocchini sono inseriti in due coppette per finger food di Atmosfera Italiana.

32 commenti:

  1. Molto meglio le tue palline di cocco che il film!:P
    Io ho visto, credo il secondo ( avevo il lbu ray che dovevam,o regalare ad una patita...) ecco, diciamo che di film non ha niente!non so come diamice ci si possa appasionare...non lo so!
    Il primo a dir la verità lo stavo guardando anche io per curiosità proprio ora....ho preferito sbirciare tra i blog, davvero non mi piace!
    forse perchè anche io , come te, non ho letto i libri!:O

    Boh....fatto sta, che preferisco di gran lunga i dolcini!!che non stancano mai!:D

    RispondiElimina
  2. una vera tentazione, li ho fatti anch'io, ma con la panna; trovo la ricotta un'idea davvero light;)

    RispondiElimina
  3. bellissimo questo abbinamento film-ricetta. Noi abbiamo adorato twilight, pur sapendo che é una storia banale, ma per passare une serata senza pensare a niente é perfetto! Giorgia & Cyril

    RispondiElimina
  4. Non so assoltamente nulla (nuova eh?!?!?!) di Twilight, nè in versione libro nè in quella film. Ma ricordo benissimo che andavo pazza per questi bon bon coccolosi che mi divertivo a fare con la mia mamy da piccola anche in vari colori. E' da una vita che non li ripropongo ma ora che ho convertito la cavia...e per l'estate sono perfetti. Mi ispira un botto l'idea di ricoprirli di cioccolato versione bounty :D! Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  5. Ogni tanto abbiamo bisogno anche di cose banali..non ho visto quei film perchè in genere non amo quelli poco reali ma....le palline di cocco e ricotta sono perfette da mangiare mentre guardi un film! ; )))))

    RispondiElimina
  6. questo film non l'ho visto, il mio tempo orami si è ridoto ma questi cocchini sono strepitosi,uno tira l'altro!

    RispondiElimina
  7. Ciao Passiflora! Anche io trovo perfetto questo abbinamento film-ricetta, ma soprattutto è perfetta la tua analisi del film! Verissimo, Twilight è alla fine è una banale storia d'amore... ma il suo successo dimostra che effettivamente c'è bisogno anche di questo. Buona giornata!

    RispondiElimina
  8. Davvero perfette per il film.Semplici,(non banali)
    di compagnia e molto buoni.
    Un abbraccio e buona giornata.
    Ciao,Fausta

    RispondiElimina
  9. Io ci metto anche la nutella...una porcata unica! Ieri sera mi sono data alla storia vampiresca anche io...mio marito dopo un minuto di film è andato a letto!!!

    RispondiElimina
  10. bè per i film sicuramente sonod'accordo.credo che la fortuna dei libri invece (oltre alla storia adolescenziale che vende sempre) è che la scrittrice sa appassionare e ti tiene incollata alla storia.almeno per me è stato così.e soprattuto edward non ansima ogni minuto come nel film :-) bellissimi i tuoi cocchini!

    RispondiElimina
  11. Questo film ha incuriosito anche me. Avevo sentito parlare del successo che aveva ottenuto.
    Beh, concordo con tutto quello che hai detto! una cosa mi ha fatto ridere...anziché lo spray al peperoncino, contro il vampiro era meglio usare un bello spremiaglio ahahahahah!

    RispondiElimina
  12. Mai visto il film e non m'ispira proprio... poi non so, potrei anche sbagliare! Invece le palline al cocco le finirei tutte!! Un abbraccio e buona giornata!!!!

    RispondiElimina
  13. Sono felice di annunciare che non ho mai visto il film... credo di poterne fare a meno, ma le tue palline sono deliziose e molto carine! A me il cocco nei dolci non piace molto ma queste palline le ha portate una mia amica a cena e mi sono piaciute moltissimo. Sarà la ricotta.... ;)

    RispondiElimina
  14. Ahhahahaa!!! Sei sempre mitica! Ho riso troppo! Io li ho visti tutti, per ora, dopo il primo, ho pensato: tanto vale guardarli...gli episodi seguenti sono ancora più terrificanti, lui sempre più bianchiccio e verdognolo, lei l'antisesso per eccellenza! Ma ti prego, fallo per me, aspetto il tuo commento sulla scena del secondo ep. quando corrono nel bosco tutti "eleganti"!Aghiacciante!bacio

    RispondiElimina
  15. HAI ragione, è di una banalita'disarmante ma come dici tu "le grandi storie d'amore hanno il loro perchè...." ah beata gioventu' ;)))
    Bene, mi butto sulle tue palline!
    baci

    RispondiElimina
  16. Adoro, adoro, adoro i cocchini! ^_^

    Su Twilight, sarà che forse sono fuori età massima, ma non mi pronuncio + di tanto; i libri li ho letti tutti (me li ha prestati mia cognata), dei film ho visto i primi due.
    Dico la verità, il primo romanzo non è male, più che altro mi sono immedesimata nella me stessa adolescente e quel mondo di amori sussurrati, baci attesi, batticuori.. sono onesta, credo che ci sarei cascata con tutte le scarpe, all'epoca. Gli altri tre li ho parecchio sofferti, troppi intrighi, troppo tirati per i capelli.. scorrevoli, questo sì, ma non mi hanno entusiasmato. E continuavo a chiedermi - per questo dico che sono fuori età massima!! ^_^ - va bene tutto, ma in "quei" quattro-cinque giorni al mese, come fa il "buon" Edward? ;-)

    RispondiElimina
  17. Sul film non mi procnucnio, mai visto... ma su quelle pallette bianche mi ci potrei perdere :)

    RispondiElimina
  18. Ieri sera lo davano in TV da qualche parte. Ho girato quasi subito. I cocchini beh questo è un altro film! Bacio

    RispondiElimina
  19. il film non mi ha entusiasmato parecchio, non mi va di parlarne male, penso sia indicato per un pubblico molto giovane.
    le palline di cocco sono buonissime!!!

    RispondiElimina
  20. Il film...no grazie :-) ma prendo volentierissimo un paio di queste delizie!!!

    RispondiElimina
  21. Buonissimi questi cocchini!!!!! Il film l'ho visto per curiosità, ma secondo me niente di che!! Un bacione...

    RispondiElimina
  22. @ strawberryblonde, mm con la nutella! davvero una porcata ma dovrò provare! me lo immagino il maritino che se ne fila a dormire ehhehe!

    @la carli, guarderò anche gli altri per curiosità, ti saprò dire!

    @ basilico e mentuccia, ma sei diabolica.. e chi ci pensava?

    un saluto a tutti!

    RispondiElimina
  23. Sei un genio.....anche io sono una malata di cinema...vedessi la mia videoteca ti spaventeresti,e per me cucinare e guardare film sono due passioni inscindibili...
    Veramente grandissssssima idea!!!!
    Brava brava brava!!!!

    Un saluto
    Chiara

    RispondiElimina
  24. Non sono una fan della serie nemmeno io...ma per questi cocchini farei follie!
    Bravissima (come sempre)
    simo

    RispondiElimina
  25. letti tutti i libri, le storie d'amore mi piacciono sempre, se c'è un po' di sangue e impossibilità varia ci casco subito eh eh... i film sono bruttini mentre le tue palline coccoline sono favolose. un bacione cara

    RispondiElimina
  26. sfiziosissimi!!!!!della serie non sono una grande fan ma di questi dolcini credo lo diventerà:)

    RispondiElimina
  27. il film non lo sopporto proprio, ma questi cocchini mi piacciono un sacco: semplici e golosi! un bacione! :)

    RispondiElimina
  28. neanch'io non ho letto mai i libri di Meyer...
    Ma questi cocchini sembrano buonissimi... vorrei provarli...

    RispondiElimina
  29. ..non ho un'opinione sul film, ma promuovo i cocchini!!!!

    RispondiElimina
  30. Prima di giudicare io consiglio sempre di provare, senza pregiudizi! Come per il cibo, mi hanno insegnato prima di dire che una cosa non mi piace di provarla! Così per una saga...non di film ma di libri! Dammi retta prova a leggere i libri, cambierai idea! Comunque mi sembra un po' singolare parlare di cibo in un film dove in cui i protagonisti principali non mangiano! al massimo potevi proporre il sanguinaccio =)

    RispondiElimina
  31. @ chefpepe, infatti i libri non li ho letti e ho sospeso il giudizio in merito! per il cibo.. hai ragione, ma io parlo sempre di cinema abbinato al cibo, e proprio perché in qsto film non se magna, ho fatto un accostamento puramente metaforico! a presto

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Spaghetti alla chitarra con pallottine

Spaghetti alla chitarra con pallottine Buongiorno e Buon lunedì dell'Angelo! Avete passato una buona Pasqua? Se avete già dige...