Lasagne con melanzane, guardando l'estate finire dalla Finestra sul cortile



Cosa fareste se foste costretti a casa, immobilizzati per colpa di una gamba ingessata? Probabilmente stareste al computer su internet, guardereste la tv o leggereste dei libri... e ogni tanto, annoiati, guardereste fuori dalla finestra, sbirciando le vite dei vostri vicini.
Alfred Hitchcock, rinomato guardone, avrebbe fatto soprattutto questo: osservare, trovando piacere nell'entrare nelle vite degli altri e rubarne qualche frammento. Ce lo dimostra con il film La finestra sul cortile, in cui il fotoreporter L.B. Jefferies, detto Jeff, (James Stuart) è costretto su una carrozzella a seguito di una caduta e passa le giornate sbirciando alle finestre del palazzo di fronte. La macchina da presa si sostituisce agli occhi del protagonista, che poi sono quelli di noi spettatori, e ci mostra tutto quello che essi vedono: una ballerina indecisa tra molti pretendenti, una coppia di giovani sposini, un uomo di mezza età costretto a prendersi cura della moglie invalida.
Ed è proprio qui che l'attenzione del fotoreporter si sofferma: dopo una furiosa lite tra i due coniugi, infatti, della donna si perde ogni traccia e Jeff si convince che sia stato commesso un omicidio.



Con l'aiuto della sua fidanzata Lisa (Grace Kelly), bellissima socialite che va a trovarlo imbandendo per lui costose cene e champagne, Jeff indaga sulla vicenda per scoprire la verità, distratto dalle altre esistenze che si consumano oltre i vetri delle finestre, da Lisa, dalla governante: noi seguiamo i suoi appostamenti cercando di capire cosa si cela nella casa del sospettato.
Uno dei grandi classici di Hitchcock, certamente da vedere, anche se un po' lento e forse più impegnato a sperimentare la sfida di una scenografia "fissa" (il cortile) e sdoganare la pratica dello spionaggio dei vicini (tutti lo fanno, nessuno lo ammette), piuttosto che a costruire una trama avvincente.



Quelle sere silenziose di fine estate mostrate nel film, quando ancora si può cenare con la finestra aperta, ascoltando un po' di musica e sbirciando la vita attorno a noi, sono momenti che amo e che diventano ancora migliori con un ottimo accompagnamento culinario. Insomma, immaginate di avere davanti un piatto come quello che vi propongo ora, profumato di basilico, melanzane e pomodoro e tentatore con la golosità della pasta verde e della mozzarella: cosa vorreste di più?
Non vi resta che seguire la ricetta e preparare la vostra cena davanti alla finestra, come facevano Lisa e Jeff, e godervi la bontà di queste lasagne vegetariane!



Lasagne con melanzane e pesto di pomodori secchi

Per il pesto
pomodori secchi sott'olio sgocciolati 120 grammi
50 grammi di pinoli
parmigiano reggiano grattugiato q.b.
una manciata di capperi

Per le lasagne
Lasagne verdi (io Delverde)
2 mozzarelle da 125 grammi
400 ml di passata di pomodoro
1 melanzana
basilico
aglio
sale
olio
parmigiano reggiano grattugiato

Per prima cosa preparate il pesto. Sgocciolate i pomodori secchi e metteteli a bagno in acqua calda per circa 15 minuti, per reidratarli. Dopodiché tagliuzzateli in piccoli pezzi e tostate i pinoli in una padella antiaderente per qualche minuto. Grattugiate del parmigiano, di cui userete una parte per il pesto e una parte in seguito nelle lasagne. Frullate quindi i pomodori insieme a pinoli, parmigiano, una manciata di capperi sottaceto insieme a 4-5 cucchiai di olio extra vergine di oliva per qualche secondo. Se l'impasto è troppo duro, mantecate con altro olio o con qualche cucchiaio di acqua bollente. Frullate nuovamente, coprire con olio e tenere da parte.



Preparate ora un sugo con aglio, un cucchiaio d'olio, passata di pomodoro, qualche foglia di basilico e sale. Ora cominciate la preparazione delle lasagne. Accendete il forno a 180 gradi. Tagliate a rotelle le melanzane e metterle su una teglia coperta di carta da forno, infilate le melanzane in forno e lasciatele cuocere per 10 minuti, salatele e conditele con olio evo. Nel frattempo sbollentate le lasagne verdi per un minuto ciascuna e tagliate a dadini le mozzarelle. A questo punto siete pronti per assemblare le vostre lasagne.
Partite con un po' di sugo, poi fate uno strato di lasagne, condite con mozzarella, melanzane, sugo e qualche cucchiaino di pesto e parmigiano. Proseguite con lo stesso ordine facendo altri 3 strati e finite con un po' di sugo e parmigiano. Infornate per 20 minuti a 180 gradi. Sfornate, attendete 10 minuti e gustate tutto il sapore estivo di queste lasagne!


Post più popolari