Un cartone e una pastasciutta per i "piccolini"

Ci sono certi prodotti che, dagli scaffali del supermercato, sembrano farti l'occhiolino e dirti "Hey, cosa aspetti? Provami!". Soprattutto se si tratta dell'ultima trovata di un marchio assai conosciuto, onnipresente in tivù grazie a una pianificazione pubblicitaria su tutti i canali. E quindi sono caduta nella trappola del marketing e ho infilato nel carrello un pacco di questa pasta. Che poi non sarei nemmeno in target, perché in teoria è pensata per i bambini, magari inappetenti, che con questi formati piccoli e colorati possono vivere la cena come un gioco. Avrete capito tutti di quale pasta sto parlando, no? Si tratta dei Piccolini, e non devo neanche citare la marca. Ho comprato queste mini pipe che nell'impasto contengono un 25% di verdura (in questo caso purea di carote e pomodoro) e beh, devo dire che mi sono piaciuti un sacco (sarà che sono una bimba dentro?)! Li ho preparati con un sugo semplicissimo di pomodoro e ricotta, quindi davvero adatto anche ai vostri pupi :-) Perdonate la foto, ma era sera e non sono riuscita a fare di meglio.



Mini pipe con pomodoro e ricotta
Dosi per 4 persone:
320 gr di Mini pipe al pomodoro e carota
1 quarto di cipolla rossa
pomodorini ciliegia q.b.
200 gr di ricotta
4-5 foglie di basilico
sale

Stufate la cipolla sminuzzata con poco olio e un po' d'acqua. Aggiungete i pomodorini tagliati a metà e fate cuocere a fuoco vivo per qualche minuti, condendo con sale e foglie di basilico. Per ultima unite la ricotta e fate amalgamare per un paio di minuti. Nel frattempo lessate in acqua salata la pasta per 5 minuti. Scolate, saltate in padella con il sugo e servite.

Visto che abbiamo parlato di Piccolini, vi segnalo alcuni film per bambini che sono usciti o in uscita in questo periodo: per un pomeriggio da passare al cinema con loro!




Chi non ricorda i Puffi? Intere generazioni sono cresciute con le avventure di Puffetta, Brontolone, Quattrocchi, Forzuto e Grande Puffo. Adesso i piccoli omini blu diventano protagonisti di un film, grazie alla computer grafica. E attraverso un portale magico, finiscono a New York per sfuggire a Gargamella. Uscito al cinema ieri, è pensato per bambini fino ai 10 anni. (trailer)




Tornano le avventure del panda gigante -e un po' imbranato- prestato alle arti marziali. Stavolta il nemico si chiama Shen, figlio dei reggenti cacciato dal palazzo reale per aver voluto trasformare l'uso della polvere pirica dei fuochi d'artificio in quello della polvere da sparo dei cannoni. Cercherà di annientare i panda perché una vecchia indovina ha previsto la sua sconfitta per mano di uno di loro. Tanti combattimenti e ritmi serratissimi! (trailer)



Ringrazio Anakin della segnalazione: mi ha ricordato che il 14 ottobre sarà nei cinema l'ultima fatica animata dello Studio Ghibli di Miyazaki. La regia stavolta è di Hiromasa Yonebayashi, uno dei disegnatori storici del team del maestro. Il film è tratto da una serie di racconti fantasy per ragazzi, The Borrowers, di Mary Norton. Miyazaki ha adattato la storia alla Tokyo dei giorni nostri: Arrietty è una ragazza di 14 anni piccolissima, di circa 10 cm, che vive con la sua famiglia sotto il pavimento di una casa nella campagna fuori Tokyo. Questi esserini vivono di ciò che prendono "in prestito" dagli umani: scarti di cibo, oggetti abbandonati . Quando Arrietty viene vista dal coetaneo Sho, dopo l'iniziale diffidenza, tra i due scatta la simpatia e una meravigliosa quanto difficile amicizia. (trailer)

Post più popolari