domenica 28 gennaio 2018

A spasso con Bob: polpettine di tonno e ricotta


Ho un debole per i gatti. E' una passione che ho sviluppato da adulta: da piccola non ho mai fatto follie per gli animali e quando andavo a casa di mia nonna, dove c'era un cane, evitavo accuratamente incontri troppo ravvicinati (avevo pure un po' paura). I cani, per quanto ora mi facciano simpatia, non mi hanno mai del tutto conquistato, mentre i gatti mi piacciono proprio. Sarà che sono così buffi che basta guardarli per ridere, sarà che fanno un po' quel che gli pare e il loro amore te lo devi sudare. Sarà. Ora sono nel periodo "medito di prenderne uno". Per ora non ho avuto il coraggio: l'altra sera, però, ho guardato il film A spasso con Bob, tratto dalla storia vera di James Bowen, un ragazzo inglese la cui vita è stata letteralmente salvata dall'incontro con il gatto rosso Bob.

La trama. James è un busker, un artista che suona la chitarra e canta per le strade di Londra: sta cercando di disintossicarsi - per l'ennesima volta - dalla sua dipendenza all'eroina con il metadone, seguendo un programma in cui l'ha inserito la sua assistente sociale. Ma non ha una casa e fa fatica a racimolare abbastanza soldi per comprarsi del cibo, cosa che rende ancora più difficile il suo percorso verso la guarigione.
Quando finalmente per James arriva l'occasione di un alloggio, a dargli il benvenuto troverà anche Bob. Un bellissimo gatto rosso, intrufolatosi in casa, che comincia a seguirlo ovunque e a fargli compagnia durante le sue esibizioni a Covent Garden. Presto il pubblico dell'insolita coppia, attirato dal cantastorie con un gatto sulle spalle, diventa sempre più numeroso e affezionato.


Ma i problemi di James non sono pochi: sarà in grado di occuparsi di Bob, quando non è ancora in grado di farlo con se stesso? Sarà proprio grazie al suo intelligentissimo gatto che il ragazzo troverà una forza che non sapeva di avere e proverà a rimettere in sesto la sua vita, una volta per tutte.
Il film, del 2016, è tratto dal libro autobiografico di James Bowen "A streetcat named Bob" ed è interpretato dall'attore britannico James Treadway, e, udite udite, dal gatto Bob nella parte di se stesso! La pellicola è simpatica e piena di buoni sentimenti, forse un po' lenta in alcuni punti, ma questo è compensato dal bellissimo musino di Bob a cui non potrete rimanere indifferenti. Ecco il trailer di #aspassoconBob!



Qual è il cibo preferito dai gatti? Sicuramente quello di Bob è il tonno: nella pellicola James rinuncia spesso alla sua cena pur di far mangiare Bob e la scelta ricade sempre sul più famoso dei pesci in scatola. Così ho pensato di proporvi una ricetta davvero facile e sfiziosa che potete servire per un aperitivo o come secondo piatto, accompagnato da un po' di verdura o una semplice insalatina: le polpette di tonno e ricotta, rigorosamente al forno. Ci vogliono solo tre ingredienti (tonno, ricotta e pangrattato) e non servono le uova!

Polpettine di tonno e ricotta

Polpettine di tonno e ricotta
Ingredienti per 4 persone
2 latte da 160 grammi di tonno sott'olio (peso sgocciolato: 104 g a latta, totale 208)
200 grammi di ricotta
pangrattato
sale, pepe, prezzemolo tritato, olio evo
Sgocciolare il tonno, metterlo in una terrina e sminuzzarlo con la forchetta. Aggiungere la ricotta e almagamare bene. Unire un pizzico di sale, un po' di pepe, del prezzemolo tritato a piacere ed un cucchiaio di pangrattato per rendere il composto un po' più compatto. Formare delle palline grandi come una noce, passarle nel pangrattato e disporle su una teglia unta di olio extra vergine di oliva. Spennellarle con altro olio e infornare: io ho usato la funzione crisp del mio nuovo microonde ed erano pronte in circa 10 minuti. Se usate il forno tradizionale infornate a 180 gradi per circa 15 minuti. In entrambi i casi ricordatevi di girarle a metà cottura e di controllare che non si secchino troppo.  Le vostre polpettine di tonno e ricotta sono pronte, buon appetito!


Il vero James Bowen con il suo Bob

Oscar 2018: vince Guillermo Del Toro. Tutti i premi!

Guillermo Del Toro con i suoi due Oscar per La forma dell'acqua Cos'è successo stanotte a Los Angeles? E' andata in scena la...