EatingOut #2: 3 giorni a Bucarest

Il ristorante Aubergine a Bucarest
La settimana scorsa sono stata a Bucarest per lavoro. Sono stati 3 giorni intensi dedicati a un progetto interessante, ma soprattutto è stata l'occasione per vedere la capitale della Romania, un paese dove non ero mai stata. Di Bucarest mi ha colpito l'enormità dei palazzi (quello del Parlamento è il secondo edificio più grande al mondo dopo il Pentagono) e dei viali copiati alle città francesi, che si mescola al fascino antico delle chiese bizantine e dei palazzi in stile liberty, in contrasto a quelli molto meno affascinanti dell'epoca comunista. E' un paese di contrasti, dove il ritmo della recente crescita emerge da particolari come gli enormi grovigli di fili elettrici visibili sui pali della luce e i tanti condizionatori che fanno capolino sulle facciate dei condomini, mentre in centro convivono, a pochi passi di distanza, ristoranti carini e locali curati accanto a discoteche rumorose, peep show e centri di massaggi erotici.
Io mi concentrerò sulla parte mangereccia, raccontandovi le esperienze culinarie che ho fatto nelle tre sere che sono andata a cena coi miei colleghi. Si tratta di ristoranti che abbiamo scelto in base alle recensioni su Tripadvisor e co, con risultati altalentanti :-)






La prima sera siamo stati in questo ristorante tipico rumeno, ben recensito su Tripadvisor, dove la maggioranza dei commenti lo considera eccellente o molto buono: io direi che siamo più sul discreto, per i nostri standard, o forse ho sbagliato io ordinazione. Qui si aggirano tra i tavoli suonatori di fisarmonica che canticchiano canzoncine (anche italiane) e l'ambiente è molto caldo: tavoli di legno, mattoncini a vista, bottiglie alle pareti a mo' di cantinetta e decorazioni colorate. Abbiamo assaggiato gli antipasti che sembravano più greci che romeni: il formaggio era identico alla feta e la "moussaka alla maniera bizantina" era... moussaka. Le polpettine di carne sono decisamente saporite e ricche di aglio: occhio quindi se non amate questo sapore. Come piatto principale ho preso le costolette di agnello con patate, ma le boccio: erano dure e decisamente troppo cotte. Le patate erano molto speziate ma non erano male. Nel complesso direi un sei e mezzo. Si può fare di più.

Restaurant Lacrimi și Sfinți
Șepcari 16, Centrul Vechi, București
Tel. rezervări (zilnic de la 11.00)
+40725558286
+40372773999

la nostra cena da Aubergine
Qui si sale un po' di livello: sia per l'ambiente, molto carino e ricercato, sia per il cibo. Si tratta di un ristorante che si definisce "mediterranean bistro": propone cucina israeliana e mediorientale. Anche qui abbiamo ordinato degli antipasti e una portata principale. Abbiamo diviso un piatto di hummus, caviale di melanzane, patè di fegatini di pollo e sottaceti (il patè è piaciuto solo a me, credo, il resto era buono), e dei falafel ottimi. Come piatto principale ho scelto un "aubergine kebab", molto bello a vedersi, un po' intenso da mangiare: carne di entrecote marinata e cotta alla brace servita su un letto di hummus e finita con una dadolata di verdure e una salsina decorativa. Buono, ma impegnativo. Qualcuno ha preso del salmone, approvato, un altro un filetto di angus molto buono. Chi si è lasciato tentare dalla creme brulè alla banana, invece, non è rimasto particolarmente soddisfatto (io l'ho assaggiata e l'ho proprio bocciata alla grande). Diciamo che nel complesso possiamo dare un sette, nonostante il servizio lentissimo.

Aubergine - healthy food 
Street Smardan no. 33
Tel. 021.313.75480787.856.762
Email: contact@aubergine-restaurant.ro 


Il ristorante Caru cu bere, la loro grigliata mista e lo stinco di maiale
Questo ristorante molto famoso e situato in pieno centro è ricavato da un palazzo storico che non ho francamente capito bene cosa fosse. Troverete finestre decorate con vetrofanie colorate, scale di legno intarsiato, pavimenti dalle maioliche arzigogolate. Durante la serata si esibiscono dei ballerini che verranno più volte a chiedervi se volete danzare. C'era anche una specie di intrattenitore con due cocoriti che ha fatto gridare all'orrore me e le mie colleghe (pappagalli in testa al ristorante? ma che schifo!! e l'igiene?!). Se si sorvola su questa dimensione turistica, a tratti un po' fastidiosa, il luogo è sicuramente caratteristico al punto da meritare una visita ma il cibo non è eccelso. Di buono potrete provare lo stinco di maiale, servito con polenta e crauti, mentre state alla lontana dalle ribs "piatto del Duca", molto speziate e saporite - troppo per il mio gusto. Anche gli antipasti (abbiamo preso un misto freddo e uno caldo) non erano il top. Al solito formaggio tipo feta (proposto anche fritto) si affiancavano salumi vari molto agliati e salsicce di fegatini che non mi sento di consigliare :-). Pittoresco ma per me la cucina è un 6 e mezzo. Necessaria la prenotazione, che potete fare anche online con l'apposito form.

Caru’ Cu Bere
5, Stavropoleos Street, Bucharest.
Phone: 021.313.75.60 

La cosa che in assoluto ho preferito, però, sono stati i pretzel morbidi comprati per strada dalle panetterie aperte fino a tardi, alla modica cifra di 1 leu (circa 22 centesimi): io e i miei colleghi abbiamo preso l'abitudine di dividercene uno durante la passeggiata serale prima di cena. Assolutamente da provare! :-)

Post più popolari