Strudel di farro con mele e pesche. At The Office



Che dovessi inventarmi come utilizzare la famosa farina di farro, lo sapevate già. Ho quindi deciso di dare fondo al sacchettone di farro integrale bio creando una pasta frolla e facendo un mega simil-strudel con un ripieno di mele, sì, ma anche delle ultime pesche che, in frigo da un po' troppo, cominciavano ad avvizzire. Io, se non si era capito, sono della filosofia "non si butta via niente" e per non buttare, spazio alla sperimentazione di nuovi abbinamenti e all'invenzione di nuove ricette. A volte i risultati sono sorprendenti!
Non perdo tempo, vi lascio la ricetta.



Strudel di frolla con farina di farro e ripieno di mele e pesche
500 gr di farina di farro integrale 
250 gr di zucchero di canna
100 ml di olio di arachidi
40 gr di burro 
2 uova
50 ml di acqua
1 cucchiaino di lievito per dolci
2 cucchiai di cannella
2-3 mele
2 grosse pesche noci
50 gr di arachidi
2-3 biscotti frollini
3-4 cucchiaiate di marmellata Fiordifrutta Melograno Rigoni di Asiago

Lavorare con le fruste elettriche il burro ammorbidito e l'olio con lo zucchero di canna. Aggiungere le uova, uno alla volta, e continuare a lavorare il composto. Aggiungere la farina di farro setacciata con il lievito e la cannella. Aggiungere l'acqua. Impastare il composto e creare una palla che farete riposare in frigo un'oretta. Nel frattempo pulite e tagliate a tocchetti la frutta, sbucciate le arachidi e tritatele grossolanamente. Aggiungetele alla frutta, insieme a un altro cucchiaio di cannella e qualche cucchiaio di Fiordifrutta al melograno. Stendete la frolla con un mattarello tra due fogli di carta forno -non troppo sottile-, sbriciolatevi sopra i frollini (in modo da creare una base che assorba il liquido della frutta), riempite con il composto di frutta e marmellata, chiudete i due lembi laterali e sopra e sotto. Cuocete in forno a 180 gradi per 40-45 minuti Io ho poi decorato con un po' di frolla avanzata creando un fiorellino :-)

E' morbido e friabile, il farro gli regala un sapore rustico, ma se non vi piace basterà sostituirlo con una normale farina 00. Un dolce ottimo per la colazione, ma anche per gli spuntini e la merenda... E' perfetto, per esempio, per alleviare la giornata lavorativa con un dolce break... e vi consentirà di ingraziarvi anche i colleghi. I miei, perlomeno, oggi hanno apprezzato! 


E visto che parliamo di uffici, come dimenticare la serie britannica cult The Office, che ha poi generato una versione francese, una brasiliana e anche una statunitense: si tratta di un mockumentary, ovvero un falso documentario, sulla vita in un ufficio... Brutte luci e colori volutamente slavati, abiti di pessimo gusto, protagonisti non proprio "telegenici" capitanati e vessati dal politically un-correct David Brent fanno da sottofondo a un umorismo decisamente british... Ma vi sfido a non trovare neanche un po' di questi tipi strani in alcuni personaggi che girano per la vostra azienda.. Guardatene qualche puntata e mi saprete dire! Qui, alcuni "best moments":



Con questa ricetta partecipo al contest di Montagne di Biscotti:



Post più popolari