martedì 12 aprile 2011

Breakfast at home... con le ravioline alla marmellata


Come avrete visto da questo "old style" trailer del meraviglioso film cult, Holly Golightly (Audrey Hepburn) amava farla davanti a Tiffany. E come biasimarla, Tiffany è il negozio dei sogni, con quei gioielli meravigliosi e quelle scatoline azzurre dal pantone inimitabile -e brevettato- capace di far palpitare ogni signora. Io invece la colazione adoro farla a casa



Non fatemi uscire senza aver prima consumato questo pasto fondamentale! Posso pensare di fare uno strappo ogni tanto e uscire digiuna, ma solo se la meta è il bar pasticceria sotto casa dove sfornano fragranti croissant e goduriose conchiglie ripiene di crema al latte. Per il resto del tempo, cerco di tenermi sul sano andante con latte, caffè e formelle di frumento integrale (due di queste qui, che ammorbidisco nel latte tiepido creando una specie di porridge instantaneo che il mio ragazzo schifa profondamente, e che io invece adoro.. very English, anche se io nel latte ci metto il caffè, very Italian). Ogni tanto però si prepara una tortina o, in questo caso, le raviole emiliane alla marmellata: e per un paio di mattine mi sveglio ancor più contenta al pensiero di cosa mi aspetta per cominciare la giornata (almeno sul fronte alimentare, perché se parliamo del fatto di dover andare al lavoro la solfa cambia....).
Era la prima volta che le preparavo, ho seguito la ricetta di Barbara di Spelucchino , che ringrazio, con un paio di varianti e sono venute bene... provatele e mi saprete dire! 



Ravioline emiliane al limone e alle pesche
NB: Dosi per circa 16 raviole, se siete in tanti raddoppiatele!
130 gr di farina 00
120 gr di farina Manitoba del Molino Chiavazza
90 gr di burro
90 gr di zucchero
15 ml di latte
1/2 bustina di lievito
1 uovo
1 cucchiaino di miele di fiori d'arancio
1 pizzico di sale
buccia di mezzo limone non trattato
Per farcire
Fiordifrutta Rigoni di Asiago di Pesche
Fiordifrutta Rigoni di Asiano di Limoni

Barbara suggerisce di non manipolare l'impasto a mano ma di lavorarlo con una spatola. Se come me non avete tutti gli attrezzi del mestiere, potete fare come ho fatto io, che forse non è proprio il modo più ortodosso ma giuro, non ho praticamente mai toccato l'impasto se non per chiuderlo nella pellicola a riposare in frigo: e questo era l'importante, o no? ;-) 
In una terrina mettete il burro a tocchetti e lasciate ammorbidire. Quando sarà ben morbido aggiungete l'uovo intero, il latte, lo zucchero e il miele e sbattete tutto bene con una forchetta. Aggiungete la farina setacciata con il lievito e il sale e la scorza grattugiata di mezzo limone. A questo punto mescolate un po' con l'amica forchetta e in pochi secondi gli ingredienti si ammasseranno in una palla: tiratela fuori dalla terrina, compattatela, chiudetela nella pellicola e lasciate in frigo a riposare almeno un'oretta. 


Trascorsa l'ora necessaria, stendete l'impasto con un mattarello a uno spessore di circa 4-5 mm, ritagliate dei dischi con un bicchiere o con uno stampo da biscotti rotondo e piuttosto grande. Al centro mettete un cucchiaino di marmellata a piacere, io ho usato la Fiordifrutta Rigoni di Asiago di Pesche e quella di Limoni: entrambe buonissime, quella ai limoni dà un tocco molto più originale al biscottone quindi per un tè raffinato con gli ospiti la consiglio. Con le pesche però non sbagliate, sono delicate e dolcissime e si sposano a perfezione con la frolla morbida. Chiudete piegando l'impasto a metà, disponetele su una teglia e cuocete a 180 gradi per circa 15 minuti; io ho usato la carta forno, così evitate di imburrare. :-) Una volta freddi, spolverizzate di zucchero a velo.

Con questa ricetta partecipo al contest di Mariacristina in collaborazione con Rigoni, Marmellata che Passione!
Se volete partecipare affrettatevi, scade il 14 aprile!


31 commenti:

  1. buonissima questa colazione home made.... hai gia prenotazioni per domattina??? :D

    RispondiElimina
  2. Ottime e sinceramente anch'io mi alzerei dal letto molto più felice sapendo di avere una colazione così :)

    RispondiElimina
  3. io le faccio fritte ^_^
    Ma visto che sono a dieta domani colazione da te ;)

    RispondiElimina
  4. La mia passione per Audrey Hepburn è nata più di 30 anni fa.
    Credo di essere una di quelle rare donne che passano davanti alla vetrina di Tiffany senza neppure guardarla. Non ho nessun interesse per i gioielli... non ho neppure l'orologio o una catenina. Mi da fastidio tutto... si lo so, sono strana.
    La tua introduzione alle raviole è spassosa, mi sono divertita :D
    Sono contenta tu abbia preparato le raviole delle sorelle Simili... a me piacciono tanto anche perchè si possono riempire in tanti modi.

    RispondiElimina
  5. ottime per una colazione perfetta e golosa! baci

    RispondiElimina
  6. ottima colazione...altro che Tiffany;)

    RispondiElimina
  7. che buone, mi è venuta voglia di assaggiarle!!!
    il film non ha bisogno di commenti, è sempre bello rivederlo.
    buona serata

    RispondiElimina
  8. ...sempre piu' nostalgia gastronomica dell'Italia!

    RispondiElimina
  9. che bel film che hai proposto oggi...
    nemmeno io posso pensare di affrontare la giornata senza colazione, sopratutto senza caffè.. il porridge, mi aggrego al moroso e lo schifo anch'io...

    RispondiElimina
  10. Ne rubo una e scappo! :)
    Ottimeee!!&ilFilm? Fantastico!:D

    RispondiElimina
  11. Chi non capisce la raffinatezza e la bellezza di questo film (vedi mio marito) non merita di mangiare questi dolci:)
    Baci barbara

    RispondiElimina
  12. Il suggerimento di usare la forchetta per non scaldare al frolla è interessante :D

    RispondiElimina
  13. Ad averla una colazione così domani mattina... il film è tra i miei preferiti! Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. che belle queste ravioline!buona serata!

    RispondiElimina
  15. anche io a colazione mangio come una scannata...buoni questi dolcini!
    Pasqua sul Lago Maggiore da Giulia e Clara...poi ci sentiamo!

    RispondiElimina
  16. Idem, idem e idem! Anche se io, per amore del mio hubby, da un pò mi sono convertita alla colazione brasiliana: mai provato il pao, quejio e goiaba?
    Eppoi, quella volta che a New York mi son fatta fotografare davanti a Tiffany, con il caffèlatte in una mano e il croissant nell'altra...sembravo una barbona nel tentativo di sfamarsi;)!

    RispondiElimina
  17. Bello il film e golosissime le pastine!!!!!!!! Baci Passiflora!

    RispondiElimina
  18. Come dimenticarselo quel meraviglioso film con Audrey Hepburn! E una volta assaggiate come dimenticarsi di queste raviole. Le ho assaggiate da un’amica bologense, fantastiche. Una colazione coi fiocchi ma anche una bella pausa caffè...tè...ogni scusa è buona! Un bacione

    RispondiElimina
  19. cara Passiflora... conosco quel film quasi a memoria! (Audrey Hepburn è la mia attrice hollywoodiana preferita, si intuisce da profilo che ho caricato?)
    Una raviolina per domani mattina, please... sarebbe gradita.
    un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  20. Che golose che sono!
    IO questo film lo guarderei 100 volete e poi altre 100 volte ancora.
    Baci.

    RispondiElimina
  21. Sarei la prima ad alzarmi con una colazione del genere. Il problema è che ho bisogno di qualcuno che me la prepari... Qua cucino solo io! ;)

    RispondiElimina
  22. Grazie per la ricetta, la aggiungo alle partecipanti, bacioni.

    RispondiElimina
  23. Domani mattina vengo a fare colazione da te!
    Veramente golosi questi dolcetti!
    Piacere di averti conosciuto.Ciao!

    RispondiElimina
  24. bellissimo colazione da tiffany!!!:D
    e buonissime le tue ravioline!
    anche io adoro fare colazione a casa, ma solo quando ho molto tempo e posso preparare i miei amati pancake!:D

    RispondiElimina
  25. Una colazione perfetta e sana!!! Buonissime queste ravioline!!! Il film è uno dei miei preferiti...specialmente la colonna sonora!!!! Un bacio e buona notte!!!

    RispondiElimina
  26. Che film e che colazione,praticamente perfetti.
    Prenoto un tavolo per Sabato mattina.
    Un abbraccio e buona giornata.
    Fausta

    RispondiElimina
  27. Anch'io sono una sostenitrice della colazione, impossibile uscire senza! Ottime queste raviole, semplici e genuine

    RispondiElimina
  28. Anch'io sono come te. Posso non mangiare per tutto il giorno ma non rinuncerei mai alla colazione e al caffè della mattina! Deliziose le tue raviole, una colazione coi fiocchi. In quanto al film, il mio preferito. Ormai so le battute a memoria. Non so quante volte l'ho visto. L'adoro!
    Un bacione

    RispondiElimina
  29. mamma mia che bontààààà! ma questa è una colazione coi fiocchiiii! bravissimaaaaa! una goduria! io amo la marmellata e con queste ravioline è semplicemente un paradiso! davvero complimentissimi!
    PS.ho 2 sondaggi sul mio blog, vota se ti va!
    kisssesss!!!

    RispondiElimina
  30. Lei mi piace tantissimo, il film pure, i gioelli si ma non me ne importa molto, meglio molto meglio le tue ravioline!

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

L'inverno è arrivato: come prepararsi e dove vedere l'ottava stagione di Game Of Thrones!

L'ottava stagione di Game of Thrones è finalmente qui! L'attesa è alle stelle  e l'hype a mille: stasera in America, stanot...