lunedì 7 febbraio 2011

A Londra, con un tè come si deve, per Il discorso del re


Quando si dice un bel film. Il discorso del re è candidato a 12 premi Oscar e prevedo che ne porterà a casa un bel po'. Colin Firth, conosciuto e amato da tutte le ragazze come il mitico Mark Darcy di Bridget Jones, qui interpreta il principe Albert di Windsor, "Bertie", figlio secondogenito di re Giorgio V e padre della regina Elisabetta II
Bertie è affetto da una grave balbuzie che è insieme sintomo e causa di un profondo senso di inadeguatezza, conseguenza di un'infanzia vissuta nel solco della disciplina e priva di manifestazioni d'amore. Per questo tende a defilarsi dalle occasioni mondane e dai discorsi in pubblico; quando, alla morte del padre, il fratello Edoardo VIII (Guy Pearce) decide di abdicare per sposare Wally Simpson, americana due volte divorziata con il vizietto degli uomini potenti, Bertie è costretto a prendere su di sé la responsabilità della corona alla vigilia di una guerra mondiale. 
Lo aiuterà a guardarsi dentro e superare i suoi limiti Lionel (Geoffrey Rush), un poco ortodosso ex attore riciclatosi logopedista scovato dalla moglie Mary, l'amata Queen Mother (Helena Bonham-Carter). 
Il loro rapporto è un lungo e spassoso duello tra due uomini lontani ma che, per motivi diversi, si sentono ugualmente frustrati e impotenti: imparano a conoscersi, a fidarsi l'uno dell'altro e diventano amici. 


Bertie è un'alternanza di visi contriti, imbarazzi, scatti d'ira, slanci di entusiasmo e scoraggiamenti; Lionel è un treno di ottimismo, intuitivo e testardo, pronto a scuotere Bertie anche bruscamente, senza troppo riguardo per il suo lignaggio, scavando per far emergere l'indole da combattente che giace sepolta in lui. 
Firth e Rush sono meravigliosi e un applauso va anche ai doppiatori italiani (anche se ora ho la curiosità di rivedere il film in lingua originale). Io ho scritto troppo, quindi concludo: andate a vederlo, non ve ne pentirete. 
Il film profuma di Londra, Windsor e "britishness"... E allora di cosa parlare se non di ? Vi lascio con le indicazioni dello scrittore George Orwell, un vero fanatico del té, per la corretta preparazione di questa bevanda:

Chi sta slurpando il tè? Riconosciuto?
Qui invece trovate una guida completa ai tipi di té, alla loro provenienza e su come prepararli e gustarli in base alle varietà, curata da Arte del Ricevere
Infine, una piccola selezione molto chic, con tè speciali ideali per un pensiero di San Valentino!

Opulence Darjeeling Castlelton Muscatel tea, da Harrods
Il tè dell'amore di Kusmi Tea
Valentine's Tea Blend, di Harney's & Sons
Ancora Kusmi Tea, questa volta nella miscela
stimolante di tè verde, mate e spezie

35 commenti:

  1. Questo film mi ispira parecchio...credo che lo guarderò volentieri!
    Ciao

    RispondiElimina
  2. questa settimana non mi sfugge questo film!!!! non vedo l'ora di vederlo le aspettative sono alte e la tua recensione mi ha convinto ancora di più! ti farò sapere dopo che l'ho visto! un bacio! :)

    RispondiElimina
  3. appena riesco a ritagliarmi una serata...questo è il film che non mi voglio perdere!!!

    RispondiElimina
  4. Lo vedrò certamente. Grazie per la recensione interessante....
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Io amo il tea ma dopo averli asaggiati di varie marche piu o meno pregiate...il mio preferito in assoluto e' il PG TIPS...del supermercato! ne vado pazza e le mie 3-5 tazze al giorno non mancano mai :)

    RispondiElimina
  6. buongiorno! dopo aver letto la tua recensione non posso che andare a vedere questo film!! bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  7. @ellie, anche io adoro il PG! A Londra in Erasmus lo compravo sempre :)

    RispondiElimina
  8. Bella recensione, avevo proprio intenzione di andarci in questi giorni! Bacioni e grazie

    RispondiElimina
  9. come sempre passare da te è una nuova e forte scoperta.. il film sarà sicuramente in cima alla lista del “DA VEDERE” un bacio

    RispondiElimina
  10. Due chicche del film:
    - Margareth e Elizabeth e i loro cavallini di pezza
    - Winston Churchill, un vero Bulldog inglese

    RispondiElimina
  11. C'è un pensierino per te sul mio blog! Ti aspetto! :)

    RispondiElimina
  12. Questo film devo proprio vederlo!!!

    RispondiElimina
  13. Interessantissimo. Peccato vivere nell'unico Paese al mondo in cui i cinema sono vietati...mi rifaro' al primo viaggio :-)

    RispondiElimina
  14. @ arabafelice, e trovare qualche soluzione... online? :)

    RispondiElimina
  15. Molto interessante. Complimenti per la splendida recensione! Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. voglio tutte queste confezioni di tè!

    RispondiElimina
  17. Ho visto il trailer di questo film a Londra, mi era piaciuto. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  18. Ciao, ottima recensione, hai stimolato molto l'interesse su questo film!!!
    Bellissime quelle confezioni di tea!!!
    Alla prossima

    RispondiElimina
  19. Sul tè ho molto da imparare quindi ti rubo immediatamente le indicazioni, preziose, che ci hai dato!

    RispondiElimina
  20. Ho visto il film giusto ieri (rigorosamente in lingua originale). Ho letto un articolo in cui la regina chiara di amare la rappresentazione di suo padre in questo film. Ottimi té, ammetto che ne bevo poco, sono solita usare tisane, ma non resisto alle belle scatole di latta! ne ho una collezione!

    RispondiElimina
  21. Non vedo l'ora di vedere il film...le tue parole mi hanno straconvinta...prima o poi ce la farò! Per il thé...a parigi ho fatto incetta di Kusmi!!! un saluto e complimenti,
    simo

    RispondiElimina
  22. @ simo, grazie, cerca di farcela perché merita

    @giovanna, anche io volevo vederlo in lingua ma non ho trovato un cinema che lo desse qui... e poi il fidanzato mi avrebbe odiato :)

    un bacio a tutte/i voi!

    RispondiElimina
  23. Ottima recensione, ci hai incuriosite molto, sicuramente lo andremo a vedere!
    Baci!

    RispondiElimina
  24. devo andare a vederlo proprio in questi giorni, dopo la tua recensione sono ancora più convinta!

    RispondiElimina
  25. Cara Passy se hai tempo, passa da me ho un piccolo pensiero per te. Ciao Tizi

    RispondiElimina
  26. Questo film mi sembra proprio carino, mi hai fatto venire la curiosità di vederlo!
    Il tea lo prendo volentieri, meglio se raro e pregiato! ^_^

    RispondiElimina
  27. Mi piacerebbe avere un paio di quelle meravigliose scatole di tè!
    Film da vedere!
    Ciao cara!

    RispondiElimina
  28. mi ispira molto questo film!
    e il kusmi tea l'ho comprato a parigi, è buonissimo!

    bella l'idea del tuo blog :)

    saluti!

    http://lmphotografic.blogspot.com/

    RispondiElimina
  29. ho visto il film e l'ho trovato poetico, malinconico, irriverente...veramente non ne vedevo da tempo film così!
    E poi adoro il rito del the...

    RispondiElimina
  30. Bellissimi film! qui ci credono tutti all'Oscar!
    grazie anche per i suggerimenti teini materia che mi affascina molto!
    Baci

    RispondiElimina
  31. Farei pazzie per quelle scatole di latta :D! Baci

    RispondiElimina
  32. Bello, bello, bello, bello e bello!!! Questo film mi è piaciuto tantissimo!!!
    E' bellissimo leggere le tue recensioni

    RispondiElimina
  33. Grazie per questa segnalazione sono sempre alla ricerca di film che "sanno farsi guardare" ^_^

    'notte cara

    RispondiElimina
  34. Il film l'ho visto ieri.....bellissimo, bellissimo, bellissimo!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  35. @Crysania e Palmirilla sì, lo è, è bellissimo!

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Blueberry Scones per Buffy, l'Ammazzavampiri

Blueberry Scones Il meteo lo diceva, che sarebbero tornati i 35 gradi, e nei prossimi giorni si arriverà di nuovo a picchi di 40. Allora...