martedì 18 gennaio 2011

A song for Bobby Long, a New Orleans tra burro d'arachidi e jazz



W i canali digitali. Sono gli unici a trasmettere qualche film! Come quello che davano stasera su RaiMovie, Una canzone per Bobby Long, pellicola del 2004 con John Travolta e Scarlett Johannson. La storia è ambientata a New Orleans, città umida, dolce, nostalgica, toccata dalle acque del fiume e dalle note jazz e blues dei musicisti, ai tempi in cui l'uragano Katrina non aveva ancora scatenato la sua furia. Dopo la morte della madre, cantante di blues e da lei tanto odiata, Purslane torna dalla Florida nella città natia per reclamare la sua casa di infanzia, pensando di trovarla vuota. Invece la casa è occupata da due amici della madre, Bobby Long, un professore di letteratura caduto in disgrazia e il suo ex assistente Lawson (Gabriel Macht, niente male), che da 9 anni tenta inutilmente di scrivere un libro sul suo mentore. 
La ragazza accetta di condividere la casa con i due uomini, le cui vite sono alla deriva. La convivenza forzata, all'inizio difficile, si rivelerà un'occasione di cambiamento e di riscatto per tutti. Presto sarà chiaro che segreti a lungo sepolti legano le tre vite in modo profondo e indissolubile.



John Travolta, che non ho mai amato particolarmente, è qui interprete convincente e toccante di un personaggio sfaccettato: alcolizzato, in preda ai rimpianti, ma ancora divertente, vitale e amante delle citazioni letterarie. 
Ma veniamo al cibo! Una giovanissima Scarlett Johannson, già carina e credibile, nel corso del film non fa che mangiare schifezze
Dal burro di arachidi direttamente dal barattolo al gelato con gli smarties fino alle frittelle, la ragazza non sembra proprio preoccuparsi della linea! E certo a volte una porcata può essere quello di cui abbiamo bisogno... Perciò ecco a voi una carrellata di ispirazioni un po' junk per tirarvi su quando ne avete bisogno!


Il burro di arachidi che mangia Scarlett nel film
Il mitico McFlurry, gelato e Smarties a go go
Frittelle, gnocco fritto, tigelle... in Italia
ce n'è per tutti i gusti
Tra i junk food per eccellenza... gli onion rings!
A Londra si trovano dappertutto: sandwich
già impacchettati, per lunch e spuntini


31 commenti:

  1. ciao!!complimenti per il tuo bellissimo blog,quante informazioni e bellissime ricette!!grazie per essere passata da me,cosi ho avuto modo di conoscerti!!buona giornata!!

    RispondiElimina
  2. troppa stima per sceneggiatori, regista, direttore della fotografia...l'abbinamento Scarlett-burro d'arachidi è la cosa più sexy che abbia mai visto...10 pieno, numero per loro, sciabolata morbida...

    RispondiElimina
  3. W il digitale!!! soprattutto i canali regionali e le pubblicità dei prodotti per la casa come il maniglione con le tre ventose!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao, grazie per essere passata da me.Un blog veramente originale ,che ci tiene informati e a pancia piena.Complimenti,a volte di certi film non si conosce nemmeno l'esistenza e sono veramente splendidi.Un saluto Fausta.

    RispondiElimina
  5. ciao, sono contento che sei passata dal mio blog perchè così ho scoperto il tuo:) idea bellissima asosciare il cinema (che adoro) con il cibo (del quale non posso farne a meno) :)
    ma uffa io hop il digitale ma raimovie non lo prendo! -.-
    cmq personalmente non esco pazzo per il burro di arachidi. ciao e alla prossima:) ti seguo:)

    RispondiElimina
  6. troppo bello e originale il tuo blog, eccomi qui tra voi!!!!!

    RispondiElimina
  7. Eccomi qui, davvero un bel blog! Non conosco questo film ma ora come ora mi mangerei volentieri quel gelato e anche un po' di burro d'arachidi. A presto!

    RispondiElimina
  8. Ll'ho visto ieri sera il film appena ho visto il burro di arachidi...quanto ne ho mangiato da piccola slurp!
    p.s.
    mi sono aggiunta ai sostenitori ieri andavo un ò di fretta baci a presto Anna

    RispondiElimina
  9. le foto sono una
    tentazione
    sempre bravissima

    spero che il commento venga pubblicato
    oggi è la terza volte che cerco di postarlo
    ciao katya

    RispondiElimina
  10. Adoro il burro di arachidi e questo film è super!!!! Baci Passiflora!

    RispondiElimina
  11. Grazie per essere passata da me mi sono unita. Non puoi immaginare quanto vado pazza per il peanut butter.

    RispondiElimina
  12. ed il peggio di tutto é che queste schifezze sono così buone da mangiare!!!

    RispondiElimina
  13. certi cibi hanno un potere confortante... io metto sul podio la nutella direttamente dal barattolo, il gelato alle creme direttamente dalla vaschetta, i biscotti gozzi direttamente dal sacchetto. vuoi mettere la sensazione di poter non smettere mai?

    RispondiElimina
  14. ribadisco, trovo geniale il taglio del tuo blog! E' troppo bello leggere di cucina e di cinema contemporaneamente. Ancora tanti complimenti.

    RispondiElimina
  15. questo film l'ho visto un po' di tempo fa e il ricordo è buono anche se la trama è sepolta nella nebbia.. mi pare che il tuo fidanzato sia più interessato alle pubblicità dei maniglioni che ai film!!

    RispondiElimina
  16. sembra brutto se ti dico che mi piace quasi tutto tra le 'schifezze' che ci hai proposto?primi tra tutti gli onion rings!!!!;-)

    RispondiElimina
  17. potrei drogarmi di burro di arachidi, e mai raggiungere l' overdose.
    mamma mia, l'america non avrà grande tradizione culinaria, ma in quanto straordinarie porcherie è imbattibile.
    god bless america!!

    :**

    RispondiElimina
  18. Ciaooooo eccomi qui da te... Che bel blog.. parla di film e cibo!!benissimo!!!! ti seguirò anche io.. Questo film nonostante ami i protagonisti.. non l'ho mai visto nè sentito.. interessante!!! Per il burro di arachidis ai che è una delle poche coseche mi disgustano??!!ehehe baci e buona giornata

    RispondiElimina
  19. Che carini i tuoi post, lo sai che a me questi cibi piacciono tutti tantissimo? amante della cucina sana! Bacioni

    RispondiElimina
  20. Ssshssh non lo diciamo troppo forte ma a me questo cibo piace un sacco ;)

    RispondiElimina
  21. @ nicole c, Mousse, paciuffo, Aria in cucina, kristel e Claudia... benvenute!

    @ anakin, hai ragione, la scarlett la trovo sexy pure io!

    @sdauramoderna, Sì: il mio fidanzato va in trance davanti alle televendite, ne è affascinato in modo misterioso. Nè un bel film nè una ricetta strepitosa ottengono lo stesso effetto magnetico!

    @ chez munì, sono d'accordo!

    ...w le schifezze!

    RispondiElimina
  22. Mi piace un blog che abbina cibo e film.
    Molto interessante!!!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  23. Il burro d'arachidi è uno dei grandi piaceri della vita... Soprattutto quello nella versione "crounchy"! ;)

    RispondiElimina
  24. Questo cibo, non troppo salutare, piace un pò a tutti!!! No?
    IO, cedo spesso alla tentazione!!!!!!!
    Un bacione!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  25. @ grazie giovanna!

    @ carolina... mai provato il crounchy, sento però di dover colmare questa lacuna!

    @Lory B, eggià, chi è immune al fascino delle schifezzine?

    RispondiElimina
  26. NOn riesco a mangiare molto burro d'arachidi, ma un bel gelatino con gli smartie, mentre guardo questo film niente male, mi farebbe certo piacere.

    RispondiElimina
  27. Ciao, grazie della visita e dei complimenti, ehi abbiamo in comune la passione per la scrittura e la cucina, ottime fotografie poi.... complimenti ricambiatissimi.... Da oggi ti seguo... a presto!
    Tiziana.

    RispondiElimina
  28. Cibi che sono lontano dalla nostra cultura gastronomica ....

    RispondiElimina
  29. E' talmente buono che riesci a mangiarne soltanto un cucchiaino, e già ti senti soddisfatto. Il film? molto bello. ciao

    RispondiElimina
  30. Grazie della visita! Bellissimo il film e buonissimo il burro di arachidi!
    A presto!

    RispondiElimina
  31. Questo è uno dei miei film preferiti!!!in fondo poco conosciuto ma bellissimo!!....non ho mai assaggiato il burro di arachidi!!....franci

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Juliet, Naked - Tutta un'altra musica: la recensione

Lessi il libro di Nick Hornby "Juliet, Naked" nel 2010 e mi piacque un sacco, per molti motivi. 1) Il british humor di H...