giovedì 6 gennaio 2011

Befana, l'ultima festa: con il salmone e Hook Capitan Uncino

Triangolini sfiziosi al salmone
Buona Befana a tutti! Ok ammetto di essere un po' in ritardo... ma la Befana non è mai stata la mia festa preferita, anzi... era l'ultimo giorno delle vacanze e significava "è finita la pacchia!". Devo però ammettere che non vedevo l'ora di ribaltare il mio calzino alla scoperta di caramelle, torroncini, cioccolatini e frutta secca. Quei tempi sono ormai lontani, ma stasera per riappropriarmi del fanciullino che c'è in me riguarderò Hook- Capitan Uncino (su Rete4).


Ve lo ricordate? Peter Pan (Robin Williams) è cresciuto e ha dimenticato l'Isola che non c'è e i suoi amici. Ma il perfido Capitan Uncino (un meraviglioso Dustin Hoffman) è tornato per dargli la caccia e rapisce i suoi figli: Peter dovrà ricordare, riscoprire se stesso e le magie della sua infanzia per battere Hook e liberare i marmocchi. Forse un po' prolisso nella prima parte, questa fiaba di Spielberg ci regala una fantastica incarnazione dell'Isola che non c'è e sottolinea l'importanza del mantenere vivi i sogni e la fantasia.. per ricordare che siamo stati tutti bambini!
E per non dimenticare che oggi è un giorno di festa, ho preparato un pranzo a base di salmone affumicato, che si mangia sempre in questo periodo. Vi lascerò la ricettina facile facile che mi sono inventata per delle tartine da mangiare come antipasto.


Triangolini sfiziosi al salmone 
(Dosi per 12 tartine)
6 fette di pancarrè
100 gr di robiola
2 cucchiai di latte
6-8 foglie di radicchio rosso
mezza cipolla dorata piccola
120 gr di salmone affumicato
sale e pepe

Sminuzzare finemente la cipolla e farla soffriggere con 2-3 cucchiai di olio extra vergine di oliva. Tagliare a fili sottilissimi anche le foglie di radicchio, aggiungerle alla cipolla e lasciar stufare per qualche minuto. Salate e pepate. Nel frattempo prendete le sei fette di pancarré, levate i bordi e tagliatele a metà in diagonale; passatele in forno per qualche minuto di grill. In una ciotola stemperate la robiola con due cucchiai di latte, aggiungete il radicchio saltato e mescolate fino a ottenere una crema omogenea e mettetela in frigo per qualche minuto. Intanto tagliate a pezzetti le fette di salmone affumicato. Ora è il momento di assemblare le tartine. Su ognuna versate un cucchiaino della crema di formaggio e radicchio e adagiatevi sopra un pezzetto di salmone affumicato arrotolato. Disponete su un piatto o un vassoio e gustateli con un bicchiere di vino bianco mosso, magari un prosecco di Valdobbiadene. Auguri!

Con questo antipasto partecipo al contest indetto da La renna in cucina




21 commenti:

  1. bello hook, e adoro Robin Wlliams, non perdo un film.
    e...quest'antipastino mi stuzzica non poco!!
    :P

    RispondiElimina
  2. Gustosissimi questi finger food! Grazie per la ricetta, vado ad aggiornare la lista e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  3. Fatto scorta di caramelle e dolcetti, possiamo riprendere la vita di tutti i giorni con un pò di malinconia!!!!!!!!
    Buonissimi questi stuzzichini, li proverò!!!!!
    Un bacione!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Non riuscivo a risalire al tuo blog! Finalmente ti ho trovata. Originale!
    Insolita accoppiata cucina-cinema ma, vedo, vincente.
    A presto!

    RispondiElimina
  5. Veramente sfiziosi!!!
    Ciao Gianni

    RispondiElimina
  6. Ciao, piacere di conoscerti!!! Io adoro il salmone quindi questa è una ricettina che fa per me!!
    a presto..

    RispondiElimina
  7. Bellissima la fusione tra cinema e cucina e dedicarci un intero blog! Davvero complimenti! Finalmente ho trovato la tua pagina web...non riuscivo a trovare l'indirizzo, ma ora non mi sfuggi...
    Ciao ciao e a presto
    Claudia

    RispondiElimina
  8. Ihihihih!! Sai che anche a me il giorno della befana non è mai piaciuta per lo stesso motivo!!!! VAbbè dai ormai quei tempi sono passati! Quanto mi piacciono i tuoi post e a come sai raccontare le ricette!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. @ Dana, Tiziana e Mamma in pentola: benvenute!

    @ Alessandro grazie a te, ho visto che ci sono ricette moooolto appetitose per il contest!

    Buona giornata a tutti voi e al prossimo post

    RispondiElimina
  10. viva il prosecco di valdobbiadene, con il salmone o la polenta!!
    baci
    Mirka

    RispondiElimina
  11. sfiziosissimi i triangolini!

    ho un paio di idee anche io...
    mi sa che partecipo :-D

    RispondiElimina
  12. Ma che bello il tuo blog, sto leggendo a ritroso e mi piace proprio tanto! E anche la ricetta, un ottimo modo per utilizzare il salmone affumicato che è rimasto inutilizzato dopo le feste (a volte proprio non ho il senso della misura quando faccio la spesa!) :)

    RispondiElimina
  13. Da quando c'è Giorgia sono diventata una divoratrice di cartoni animati e film per bambini non che mi dispiaccia ma ogni tanto un salto nella vita adulta fa' piacere, così come sarà un piacere seguirti ^_^ ottimo antipastino, brava!
    Grande Robin Williams, tra i miei attori preferiti...e tanto per cambiare un classico per bambini =)
    A presto

    RispondiElimina
  14. che buone queste tartine! un ottimo accompagnamento ad un film bello come Hook! bella serata :)

    RispondiElimina
  15. i classici sono sempre i migliori! Bellissimi questi aperitivi!

    RispondiElimina
  16. Ottime tartine...e complimenti per questo blog di cucina alternativo!!! Buon W-e!

    RispondiElimina
  17. Io adoro RW.... e adooro le tartine ...le tue sono magnifiche.... baci baci...

    RispondiElimina
  18. Questi antipasti sono molto sfiziosi, a noi fanno molta gola perchè abbiamo un debole per il salato e qui c'è da leccarsi le dita!
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  19. Adoro sia il salmone che il radicchio. Ottimo abbinamento per delle tartine sfiziose e molto appetitose. Un bacio, buon we

    RispondiElimina
  20. Sto ripassando tutte le ricette per il verdetto, quindi non mi pronuncio :D !!! In bocca al lupo, Flavia

    RispondiElimina

Sei passato di qui? Fammelo sapere, lascia un commento :-)

Juliet, Naked - Tutta un'altra musica: la recensione

Lessi il libro di Nick Hornby "Juliet, Naked" nel 2010 e mi piacque un sacco, per molti motivi. 1) Il british humor di H...